Inarrestabile Marsala 1912, si impone 2-1 sull’ASD Atletico Campofranco

Caterina Passalacqua
By Caterina Passalacqua gennaio 27, 2013 18:48

Inarrestabile Marsala 1912, si impone 2-1 sull’ASD Atletico Campofranco

Ancora una vittoria per il Marsala 1912. Contro ogni pronostico, la formazione guidata da Sandri, che ha occupato per l’intero campionato disputato l’ultimo posto  in classifica, si è imposta contro l’Asd Atletico Campofranco (prima di questa gara, seconda forza del campionato, passata ora in terza posizione). Davanti ad un caloroso pubblico, che numeroso occupava gli spalti del Lombardo Angotta, gli azzurri, hanno conquistato una vittoria che vale il quintultimo posto e che allontana sempre di più gli spettri della retrocessione. Il Marsala si impone sugli ospiti 2 a 1. Il primo tempo è dominio degli uomini di  Sandri, che sfiorano il gol numerose volte prima di infilare la palla in rete, al  32’con Porto. Prima della conclusione del primo tempo, il Marsala spreca diverse volte l’occasione del raddoppio, e dopo un minuto di recupero si va negli spogliatoi.
Il secondo tempo regala molte emozioni, soprattutto sul finale. I giallorossi, dopo aver subito l’avanzata azzurra per tutta la gara, agguantano il pareggio, al 44′, con un tiro di Sposito, che inganna il portiere lilibetano. Ma la gara non finisce, e in pieno recupero, al 48′, gli azzurri mettono in rete, con Porto, il gol della vittoria. Una doppietta che vale oro, 3 punti che fanno guadagnare numerose posizioni in classifica. Una vittoria meritata, per certi versi insperata, eppure che non sorprende. Perchè  il nuovo Marsala 1912, è una squadra compatta, matura, coesa nei momenti decisivi, capace non solo di impensierire ma anche di imporre il suo gioco ad avversari forti, protagonisti del campionato.
E così è stato oggi.

Di Caterina Passalacqua

Caterina Passalacqua
By Caterina Passalacqua gennaio 27, 2013 18:48
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*