L’aeroporto di Cuneo, noto anche come “aeroporto di Cuneo-Levaldigi” o “aeroporto Langhe e Alpi del Mare”, venne inaugurato nel 1929 come campo d’aviazione, e nel 1986 venne usato per i trasporti commerciali. Cominciò ad usato per i viaggi negli anni Novanta. Ma come ci si arriva? Quali sono i suoi contatti?

Le destinazioni e i servizi

Per chi parte, vengono offerti voli con destinazioni a Cagliari, Trapani, Rodi, Casablanca e Palma di Maiorca, mentre a chi arriva vengono offerti booking per Cuneo, dintorni, Piemonte, Sky Resorts e Riserva Bianca. Le linee di volo, invece, sono offerte dalle compagnie Ryanair, AlbaStar.es ed AirArabia.

I biglietti si possono acquistare sia nella hall dell’aeroporto che presso delle compagnie operanti con scalo, ma esso si può contattare tramite il numero di telefono 0172741500, o l’indirizzo e-mail booking@aeroporto.cuneo.it

Non manca nemmeno il servizio di parcheggio, le cui tariffe si possono trovare sulla pagina web ufficiale, e che può partire da un minimo di due euro all’ora ad un massimo di cinque euro al giorno. Sempre sul sito internet ufficiale, è possibile trovare indicazioni riguardo ai bagagli e alle prestazioni sanitarie.

Dove si trova e dove si può alloggiare?

Questo aeroporto, si trova a sedici chilometri da Cuneo, ed oltre che con auto e taxi, esso si può raggiungere tramite treno ed autobus. Da Torino (distante 65 chilometri) si può prendere una navetta.

Gli alberghi vicini all’aeroporto, da due a quattro stelle, non mancano di certo, e si possono scegliere tenendo conto da dove si arriva oppure consultando ebooking, se si pianifica il proprio viaggio. Tra questi, si possono citare l’Hotel Ligure, due stelle, a diciotto chilometri dall’aeroporto, il Dama Hotel, un albergo a tre stelle, a tre chilometri da esso, oppure il Santarosa Suites, per chi cerca un hotel a quattro stelle.

Cosa vedere a Cuneo

Sebbene non sia grande come Torino, anche a Cuneo non mancano i posti da visitare, e tra quelli principali si possono includere:

  • il centro storico, dove si può passeggiare tranquillamente ed ammirare i palazzi storici;
  • la Torre Civica, edificata nel Trecento ed alta cinquantadue metri;
  • il Castello Reale di Rocconigi, edificato nell’Ottocento, venne aperto al pubblico come museo nel 1994;
  • la Cattedrale di Santa Maria del Bosco, duomo della città, la cui costruzione è iniziata nel Seicento e terminata nell’Ottocento, realizzata in stile barocco e neoclassico;
  • il Santuario della Madonna degli angeli, risalente al Quattrocento, comprende altari dedicati alle più illustri famiglie della città;
  • il Museo Civico, nel complesso monumentale di San Francesco, suddiviso in cinque sezioni dedicate alle pre-protostoria, la romanità, il medioevo, l’arte sacra e l’etnografia;
  • l’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea, nato nel 1964 su iniziativa di un gruppo di partigiani;
  • piazza Galimberti, una grandiosa piazza dove viene allestito, settimanalmente, un mercato.
Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]