Le banane sono frutti esotici spesso demonizzati dalle diete. Hanno infatti un buon apporto calorico, per questo motivo vengono bandite dai regimi alimentari controllati per perdere peso. E’ ovvio però, che questa “indicazione” è troppo generica per essere applicata a chiunque.

Mettiamo che sia nostra abitudine fare colazione con cappuccino e brioche, è ovvio che se sostituissimo quest’ultima con una banana, perderemmo peso e ne guadagneremmo pure in apporto nutrizionale. Bisogna quindi evitare di seguire consigli adattati alla massa, ma informarci sugli alimenti e valutare in base al nostro stile di vita se vale la pena assumerli o meno.

Calorie del frutto

Un frutto medio ha circa 90-100kal. In confronto agli altri frutti più acquosi ha molte calorie e zuccheri in più, anche se la quantità di zucchero dipende molto dalla sua maturazione. Le calorie però non possono essere l’unico fattore da considerare: bisogna infatti differenziare calorie e calorie. Per esempio un piatto di pasta ha le stesse calorie di un cannolo siciliano, ma la qualità dei vari componenti dei due cibi è nettamente differente.

Le banane infatti hanno si più calorie rispetto alle fragole, ma contengono anche molte più fibre, quindi rallentano il rilascio degli zuccheri nel sangue. In più, sono perfette per chi pratica sport, perché contengono fosforo e magnesio in buone quantità.
Un banana sazia molto di più di altri frutti o verdure perché viene digerita più lentamente, per questo motivo è una perfetta merenda per arrivare tranquilli senza fame al pasto della sera.

Benefici della banana

Uno tra i benefici maggiori è sicuramente la sua proprietà antiossidante. Con tutti i minerali di cui è composta una banana infatti, l’effetto antiage è assicurato. E’ perfetta per chi fa sport, come reintegrazione dopo un allenamento. Va benissimo anche per chi sta a dieta, se la magia come spuntino oppure a colazione.

Il potassio contenuto nel frutto aiuta chi soffre di crampi e dolori muscolari, se mangiata la sera inoltre (basta non andare a sdraiarsi subito dopo, altrimenti potremmo essere soggetti a cattiva digestione durante la notte) regola il sonno. La banana infatti contiene perfino una piccola quantità di melatonina oltre a stimolare la serotonina (l’ormone del buonumore).

Controindicazioni delle banane

Non ci sono controindicazioni particolari, tranne nel caso in cui si esageri con l’assunzione del frutto. Diciamo che si può mangiare in media un massimo di una banana al giorno. I frutti maturi infatti hanno un’azione lassativa che potrebbe causare disturbi intestinali a chi già soffre di colon irritabile.

Al contrario i frutti acerbi contengono molto amido, quindi vanno bene per contrastare la diarrea ma non in caso di stitichezza. La banana contiene molto potassio, quindi non è consigliata a chi soffre di iperkaliemia (un eccesso di potassio nel sangue) o a chi assume farmaci beta bloccanti in casso di cardiopatie. Anche per i diabetici il frutto è sconsigliato soprattutto nella sua forma matura, meglio prediligere il frutto acerbo che ha un indice glicemico molto più basso.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]