Molto spesso si parla di disoccupazione e problemi legati alla sfera lavorativa soprattutto nel nostro paese. Purtroppo l’Italia è uno dei paesi con il livello di disoccupazione più alto in Europa, che quindi vede una crescita altrettanto bassa. Moltissimi giovani faticano a trovare un impiego o un’occupazione e molto spesso si dirigono all’estero anche per fare magari lavori molto semplici. Questo perché da noi è davvero difficoltoso trovare un’occupazione di qualsiasi tipo essa sia. Tuttavia secondo un’analisi di Confindustria, in realtà, non in tutti i casi sarebbe così e non in tutte le province il lavoro effettivamente manca. Talvolta, infatti, avviene anche il contrario; ovvero che l’offerta lavorativa ci sia e che gli imprenditori non riescono a trovare personale per la propria azienda. Un caso di esempio è la città di Bergamo una con il tasso di disoccupazione più basso fermo al 4,9% che però lamenta il fatto di non riuscire a trovare lavoratori per le proprie aziende.

L’analisi di Confindustria

Il Presidente di Confindustria Stefano Scaglia infatti ha analizzato la situazione bergamasca che è davvero un Unicum in Italia; essa è riuscita a resistere bene alla crisi e sta rispondendo in modo positivo. Bergamo e la provincia, sono particolarmente in ripresa e le aziende hanno lavoro e man mano sono riuscite a resistere a questa ondata di crisi che da anni si abbatte sul nostro paese.

Tuttavia ciò che emerge dall’analisi, in realtà, è esattamente qualcosa che va in controtendenza rispetto a ciò che solitamente si dice, ovvero che non c’è lavoro. Moltissimi infatti sono gli imprenditori a capo di aziende che lamentano il fatto di non trovare personale per la propria azienda e che di conseguenza, talvolta, hanno anche difficoltà ad espandersi proprio per questo motivo.

Il caso Bergamo

Molte sono infatti le aziende magari medio piccole che vorrebbero ingrandirsi ma che non riescono a trovare personale adatto e qualificato che possa essere impiegato e di conseguenza l’espansione non avviene o ritarda. Sembra infatti che ci sia un problema di domanda e richiesta e che queste due situazioni non riescano ad essere incanalate nel modo corretto.

Il settore che più ha necessità di lavoratori in questo momento, ma che forse meno riesce a trovarne, è di certo il settore dell’artigianato. Gli artigiani sono merce preziosa. Essi offrono un servizio molto importante, un lavoro molto importante che però talvolta è diverso rispetto ai soliti impieghi; di conseguenza chi cerca lavoro non è in grado di andare ad occupare questo posto.

Ad avere questo problema è un buon 25% delle aziende del bergamasco che ha difficoltà serie a trovare personale da impiegare a livello aziendale. Di certo e segnale di crescita è positivo e la richiesta è positiva. Tuttavia è importante però che si incontrino domanda e richiesta proprio per far sì che si riesca ad arrivare ad un dunque.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]