Cooperazione con i paesi del Nord Africa e prospettive per le imprese siciliane, questo è il tema dell’incontro a Tunisi tra il presidente della Camera di Commercio di Trapani Giuseppe Pace, il presidente del Distretto della pesca Cosvap Giovanni Tumbiolo, il ministro dell’economia sviluppo Federica Guidi e l’Ambasciatore d’Italia in Tunisia Raimondo De Cardona, in occasione della presentazione del progetto “Club Bleu Artisanale”.

Durante la cordiale conversazione con il rappresentante del governo nazionale, Giuseppe Pace e Giovanni, si sono concentrati sulle strategie da mettere in atto con i paesi del Nord Africa, impegnando politiche specifiche del Ministero per lo sviluppo economico.

Argomento, il modo di trattare con il Nord Africa, non nuovo per la Camera di Commercio di Trapani, che in questi giorni ha presentato il progetto “Création di un club transfrontaliero per la promozione dei prodotti della pêche artisanale- Club Bleu Artisanale”, programma finanziato del programma di cooperazione transfrontaliera dell’Italia in Tunisia, cofinanziato dall’Unione europea. Il programma ruota attorno alla qualità e alla tracciabilità delle risorse umane, con un occhio alla valorizzazione delle tradizioni enogastronomiche italo-tunisine e mirando alla creazione di un sistema di approvvigionamento diretto tra aziende artigiane e strutture turistiche locali. Il progetto, che durerà 18 mesi, è iniziato nelle scorse settimane e prevede la creazione di un marchio di qualità – Club bleu artisanal – che raggrupperà i prodotti della piccola pesca e le strutture ricettive che li utilizzeranno. In questa attività, la Camera di Commercio di Trapani, in qualità di leader, è affiancata in Sicilia dal Distretto di produzione della pesca – Cosvap e in Tunisia dall’Istituto superiore di pesca e acquacoltura, dalla Direzione generale della pesca e dell’acquacoltura e dalla Federazione alberghiera di Tunisi e Bizerta. Nell’iniziativa sono i pescatori di Mazara del Vallo, in Sicilia, e Sidi Mechreg, in Tunisia, nonché albergatori e ristoratori di Trapani e Bizerta. Sono inoltre assegnati al progetto: l’Istituto Zooprofilattico di Sicilia, il Comune di Mazara del Vallo e l’Associazione tunisina di pesca artigianale.

“Il nostro obiettivo – ha affermato il presidente della Camera di Commercio di Trapani, Giuseppe Pace – è quello di intensificare le relazioni commerciali tra le due sponde del Mediterraneo sviluppando forme appropriate di cooperazione. La Tunisia è un paese con cui le collaborazioni sono utilizzate in diversi settori, al inizio della pesca, preparazione delle partnership con le nostre aziende anche per ciò che riguarda l’agroalimentare e il turismo “.