La situazione è ancora molto confusa riguardo l’organizzazione prevista per i “navigator”, ovvero coloro che avrebbero dovuto fungere da figure di riferimento per il Reddito di Cittadinanza. In seguito all’approvazione della legge era prevista anche la formazione e l’assunzione di queste figure che avrebbero dovuto aiutare coloro che percepiscono il Reddito di Cittadinanza a trovare un lavoro. Lo scopo della legge, infatti, era dare un contributo a chi ne avesse bisogno ma al contempo dare un aiuto per reinserire nel mondo del lavoro. Sulla figura del “navigator”, da subito, la perplessità era molta. Perplessità che sta venendo a galla anche nella città di Marsala.

La situazione”navigator”a Marsala

Come in moltissime altre città, anche Marsala si trova a fare i conti con il Reddito di Cittadinanza e con le figure che girano attorno a questo provvedimento. La situazione, come in molte altre città, è davvero complessa. Andando a fondo sulla questione e interpellando il Centro per l’Impiego della città, non sembrano esserci riscontri concreti.

Una breve indagine proprio al Centro per l’Impiego di Marsala ha fatto emergere quanto la figura del “navigator” sia avvolta dal mistero. Proprio alle domande riguardanti l’effettivo ruolo della figura e sulla formazione della stessa, le risposte non sono state particolarmente soddisfacenti. Sembra che le persone assunte per questo ruolo siano ancora “in formazione”.

Un percorso di formazione che, però, appare molto nebuloso, sia come strutturato, sia per le tempistiche di effettiva durata. Senza contare il fatto che non si hanno notizie sull’inizio effettivo del loro lavoro di reinserimento. Sembra che queste figure professionali possano entrare nel sistema di aiuto già da gennaio, ma non ci sono notizie precise a riguardo. Tuttavia, un altro grande problema che è stato sollevato e che ha aumentato le perplessità riguarda proprio il lavoro.

La situazione critica del lavoro

Una delle obiezioni più importanti fatte al “navigator” è il fatto che, questa figura dovrebbe aiutare a trovare un lavoro che, purtroppo, sembra proprio non esserci. La situazione delle offerte di lavoro è davvero drammatica in tutta Italia, ma nel sud, inclusa la città di Marsala, è ancora peggiore.

La mancanza di lavoro da un lato e l’assunzione di figure dedicate alla ricerca dello stesso per chi percepisce il Reddito di Cittadinanza dall’altra, stride moltissimo. Il “navigator” in teoria dovrebbe inserire chi percepisce il reddito nel mondo del lavoro al netto di una situazione lavorativa inesistente e avvalendosi di colloqui che fa direttamente il centro per l’Impiego.

Molti sono coloro che criticano la scelta di creare questa figura. Figura ritenuta assolutamente superflua, soprattutto in questa situazione. Anche il rapporto tra i Centri per l’Impiego stessi e i “navigator” non è ottimo. Sembra che questo sistema stia già facendo acqua da tutte le parti ancor prima di essere messo in atto.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]