Purtroppo un altro importante artista italiano scompare in questo terribile 2020. Nella tarda serata di ieri è infatti arrivata la notizia della scomparsa di Stefano D’Orazio, lo storico batterista dei Pooh. D’Orazio era ricoverato da qualche giorno all’ospedale dove si è spento nella serata di ieri. Parole di affetto e cordoglio stanno in queste ore inondando i social per omaggiare l’artista. Tra tutti, molto commovente il messaggio d’addio dei suoi compagni di vita, i Pooh.

Morto Stefano D’Orazio

Si hanno poche notizie riguardo la morte di Stefano D’Orazio avvenuta nella serata di ieri. Si sa che era ricoverato da una settimana in ospedale per l’aggravarsi di una situazione già difficile che si protraeva da tempo. D’Orazio infatti aveva già qualche problema di salute, a cui sembra essersi unito in Covid che ha fatto peggiorare le sue condizioni.

Molti sono però coloro che pensavano che l’artista potesse riprendersi e potesse tornare a star meglio. Purtroppo, nonostante gli ultimi giorni sembrassero essere stati meno difficili e si sperava in una ripresa, ieri la situazione è precipitata. La notizia della morte è arrivata in serata e i messaggi d’affetto e cordoglio non si sono fatti attendere a lungo da parte di tutti.

L’addio dei Pooh

Senza dubbio tra tutti i messaggi, uno dei più commoventi è stato quello rivolto dai membri dei Pooh, gruppo storico di cui D’Orazio ha fatto parte per tutta la vita.

Proprio loro è il messaggio apparso sui social poco dopo la morte. “STEFANO CI HA LASCIATO! Due ore fa… era ricoverato da una settimana e per rispetto non ne avevamo mai parlato… oggi pomeriggio, dopo giorni di paura, sembrava che la situazione stesse migliorando… poi, stasera, la terribile notizia. Abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa. Preghiamo per lui. Ciao Stefano, nostro amico per sempre… Roby, Red, Dodi, Riccardo

Un messaggio lungo, intenso e triste, da cui però traspare tutto l’amore che i suoi compagni di carriera e di vita, hanno voluto rivolgergli per l’ultima volta. Seppur D’Orazio nel 2009 aveva deciso di lasciare la band per progetti solisti e diversi, era poi tornato nel gruppo per la reunion, in cui è tornato anche Riccardo Fogli.

Senza dubbio D’Orazio è stato un artista apprezzato e stimato da moltissimi non solo per la sua carriera nei Pooh. Era infatti batterista ma anche autore e compositore delle canzoni del gruppo e poi di molti altri progetti. Senza dubbio una perdita per il mondo dell’arte e della musica che per moltissimi sarà la perdita di un pezzo della loro storia. Una storia che i Pooh hanno attraversato per generazioni.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]