Nella giornata di ieri si è svolto in gran segreto ma non troppo un incontro ad Arcore tra il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. L’incontro è avvenuto in toni cordiali e con un chiaro intento di collaborazione tra i due. Il tema in esame era soprattutto la candidatura e le decisioni che riguardano i vertici RAI.

Salvini ha chiesto l’appoggio del cavaliere nelle votazioni che, tutto sommato, sembra molto ben disposto nei suoi confronti. Tuttavia, nonostante l’incontro abbia avuto risvolti positivi, si è di fatto concluso con un nulla di fatto. Silvio Berlusconi sembra pronto a dare il suo voto e l’appoggio di tutta Forza Italia a Matteo Salvini, ma non prima di aver chiarito alcuni punti di governo.I nodi sembrano in qualche modo venire al pettine e Berlusconi vuole sviscerare il programma di governo che, all’epoca, aveva dovuto lasciare nelle mani del “nemico”.

Forza Italia aveva dato il benestare alla Lega di Salvini per formare il governo con i 5 stelle, senza però mai chiarire davvero. FI si è da sempre schierata contro il Movimento di Di Maio che non ha mai voluto Silvio Berlusconi nella squadra di governo. La posizione del cavaliere è da sempre un punto cruciale in questa spinosa situazione e in questo momento lo è più che mai per Salvini.

L’incontro per la RAI

L’incontro di ieri ha visto partecipare anche Antonio Tajani e Giancarlo Giorgetti. Le fonti vicine di Forza Italia hanno parlato di un incontro positivo e cordiale e l’unica cosa che manca è il via libera ufficiale di Silvio Berlusconi alla votazione per la presidenza della RAI. Prima di questo via libera però, Berlusconi, ha voluto anche chiarire alcuni punti che vedono la Lega e Forza Italia correre per le prossime amministrative.

Il cavaliere ha voluto delucidazioni sulla posizione della Lega in proposito di temi scottanti come la flat tax. Alcune posizioni dell’originale coalizione di centrodestra erano state riviste dal Carroccio per poter stipulare il contratto di governo. Berlusconi, che rimane sulle sue posizioni e  non intende disporre di un eventuale appoggio del Movimento 5 stelle, vuole chiarire tutti i punti ed essere sicuro che il programma sia condiviso.

L’incontro, nonostante la cordialità, si è concluso con un nulla di fatto e quindi si dovrà ancora attendere prima di poter sapere se effettivamente Lega e Forza Italia torneranno a correre insieme. Quello che è sicuro è che i presupposti ci sono tutti.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]