Nuotare in piscina è un’esperienza gradevole e rilassante, oltre che molto utile per ritrovare e mantenere il benessere psicofisico, ma per trarne i massimi benefici è importante essere consapevoli delle regole e delle buone abitudini da seguire prima di entrare in acqua.

Nonostante le severe norme igieniche e di sicurezza messe in atto da chi si occupa delle strutture, è sempre meglio fare attenzione, così da evitare di contrarre micosi cutanee o di incorrere in spiacevoli incidenti una volta entrati in acqua.

Di seguito vi sveleremo 5 abitudini da attuare in piscina.

1. Non mangiare prima di entrare in acqua

Ce lo siamo sentiti dire tane volte, anche prima di immergerci nella vasca da bagno, ma non tutti conoscono il motivo per il quale, dopo aver mangiato, non bisognerebbe mai immergersi prima che siano trascorse almeno due ore.

Il problema riguarda lo sbalzo termico al quale viene sottoposto il corpo passando dalla temperatura presente nell’ambiente a quella dell’acqua.

Dopo aver consumato un pasto, viene subito messo in moto il processo digestivo, il quale, per svolgersi nel modo corretto, ha bisogno che una elevata quantità di sangue venga convogliata verso lo stomaco. Quando però il corpo viene sottoposto a un forte sbalzo termico, il sangue viene dirottato verso altre aree al fine di garantire il mantenimento della corretta temperatura corporea.

Questo processo, il quale prende il nome di “congestione”, provoca un rallentamento e, in alcuni casi, un blocco della digestione che potrebbe avere drammatiche conseguenze.

2. Calza sempre le ciabatte quando sei fuori dalla piscina

In piscina si alternano, durante tutta la giornata, numerose persone; se nessuno, o anche solo una ristretta minoranza, indossasse le ciabatte, si verificherebbero alcuni spiacevoli inconvenienti. In primo luogo, l’acqua della piscina si sporcherebbe molto rapidamente; in secondo luogo, nonostante la pulizia frequente, in alcuni punti potrebbero annidarsi miceti o batteri pronti a infettare i piedi dei malcapitati.

Il terzo motivo riguarda invece i rischi legati al camminare su superfici lisce e umide senza avere sotto ai piedi una protezione antiscivolo adeguata.

3. Indossa un costume da bagno adatto

Il costume da bagno da indossare in piscina deve essere elasticizzato e sufficientemente comodo da garantire la giusta libertà di movimento. Chi frequenta le piscine con assiduità, dovrebbe optare per un costume in poliestere, un materiale caratterizzato da un’elevata resistenza al cloro.

4. Non dimenticare mai di fare la doccia prima di entrare in acqua

Anche se avete fatto una doccia prima di uscire di casa, non dimenticate di lavarvi nuovamente subito dopo aver indossato il costume e prima di entrare in acqua. Questa è una regola fondamentale e, se messa in atto da tutti, garantisce di trascorrere il proprio tempo in un luogo pulito e igienicamente sicuro, in quanto l’acqua eliminerà un’elevata percentuale di sporco e sudore.

5. Accertati che l’acqua della piscina non sia troppo alta

Non tutti siamo esperti nuotatori; per questo motivo, prima di entrare in acqua, è fondamentale assicurarsi che la profondità della piscina non sia tale da mettere in pericolo la nostra incolumità.

Chi non sa nuotare o è ancora molto inesperto, dovrebbe immergersi solo in piscine con l’acqua bassa, le quali gli garantiscano la possibilità di appoggiare i piedi sul fondo nel caso in cui non riuscisse più a rimanere a galla o fosse troppo stanco per continuare a nuotare.

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto cinque buone abitudini che possono aiutare a godersi qualche ora di relax in piscina senza mettere a rischio né la propria né l’altrui incolumità. Oltre a queste, sarebbe possibile aggiungere molte altre regole, come l’evitare di tuffarsi in acqua dove è vietato e l‘accertarsi che sia presente il personale addetto alla sicurezza.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]