Quando si parla di cucina molto spesso si fa riferimento ad una serie di ingredienti che permettano di preparare piatti prelibati. La varietà e la ricercatezza degli ingredienti è di certo una componente fondamentale della cucina ed è quello che la caratterizza, tuttavia non dobbiamo solo far attenzione solo ad alcuni ingredienti ma a tutti. Molto spesso non si pensa a che acqua si sta utilizzando per la cottura perché si da per scontato l’utilizzo di quella dell’acquedotto ma non per tutti è una buona scelta.L’acqua è uno degli ingredienti fondamentali di tutte le tipologie di cucina e di tutte le pietanze. E’ molto difficile pensare di riuscire a cucinare senza utilizzare l’acqua ma spesso proprio non ci si fa caso. Si da per scontato che una certa tipologia di acqua vada bene per ognuno di noi ma, talvolta, è opportuno essere più accorti del solito.

Sicuramente ci sono certe ricette che prevedono una preparazione in cui l’ingrediente principale è l’acqua e di conseguenza sceglierne una di qualità superiore assicura una buona riuscita. Un esempio molto banale è quello del caffè. Il caffè è un alimento composto solamente da caffè e acqua. Essendo quest’ultima un ingrediente fondamentale che costituisce il 50% di esso, è bene utilizzare un’acqua minerale che contenga un basso residuo fisso per poter gustare meglio il sapore del caffè.

Sembra strano da dire ma un’acqua meno ricca di sali minerali e dunque con un basso residuo fisso, appesantisce. Per questo motivo in molti casi, a prescindere dalle necessità, è meglio utilizzarla. In alcuni casi però è particolarmente consigliata.

Quando usare l’acqua minerale in cucina

Soprattutto nei casi in cui una persona soffra particolarmente di calcoli renali, è consigliabile utilizzare l’acqua minerale quanto più è possibile. Questo perché i calcoli sono fondamentalmente composti da sali minerali e in particolar modo da Calcio. Il calcio, insieme ad altre sostanze, va a creare questo accumulo di sali che talvolta tende ad ingrandirsi e ad andare a creare problemi ai reni e alle vie urinarie.

Sicuramente se esistono problemi legati ai calcoli renali non è sicuramente cambiando tipologia di acqua che si risolvono. quando il problema già esiste è necessario ricorrere ad un medico e risolvere. Per prevenire questi calcoli e per espellerli, serve bere molta acqua ma in particolar modo l’acqua con un basso residuo fisso che contenga pochi sali.

Utilizzare un’acqua povera di sali minerali è sempre qualcosa di buono per la salute di tutti. A maggior ragione se esiste una problematica di questo tipo è ancora più consigliabile adoperarla in ogni occasione. Sia da bere che per cucinare è importante utilizzarla per cercare di limitare i possibili danni. In questo modo la cucina avrà un sapore migliore e anche la nostra salute ne guadagnerà.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]