Sul web acquistare è diventata ormai prassi comune a tutti. Moltissimi sono i siti dove è possibile acquistare qualsiasi tipologia di merce e che propongono qualunque tipo di pagamento. Ad oggi i controlli sono davvero moltissimi dal momento che i pagamenti spesso vengono fatti con carte di credito direttamente collegate al conto. Le protezioni introdotte prevedono numerosi “blocchi” che possano in qualche modo dare una sicurezza maggiore agli utenti e che siano in grado di proteggere il loro denaro.

Nel caso delle carte di credito, ad esempio, sono stati introdotti dei sistemi chiamati Secure 3D in grado di non sbloccare la cifra per il pagamento fino all’arrivo di un codice di 6 cifre al numero di cellulare indicato. Con questa modalità dovrebbe essere più semplice proteggere il proprio conto e non essere truffati, ma insieme alle sicurezze aumentano di pari passo anche le truffe.

Spesso si pensa che caricare denaro su una carta prepagata sia più sicuro come metodo proprio perché si mette a disposizione ed esposto solo il denaro presente su di essa. Talvolta però non è sufficiente il grado di sicurezza di questo metodo e spesso si richiedono anche pagamenti differenti.

Capita talvolta che sia il venditore a fornire un numero di carta su cui l’utente deve caricare il denaro necessario alla transazione. Con questo metodo, però, sono state attuate moltissime truffe che non hanno permesso di recuperare il denaro a chi l’ha speso.

L’ultima truffa di questo tipo in ordine di tempo è quella che coinvolge le carte Postepay che vengono sfruttate dai malintenzionati per rubare denaro.

La truffa Postepay

Le carte Postepay sono normali carte ricaricabili che vengono utilizzate per acquisti di ogni tipo. L’ultima truffa che si aggira sul web prevede che venga dato il numero di questa carta e richiesto il pagamento prima che la merce venga spedita. Tutto viene fatto nei minimi dettagli ed è quindi molto difficoltoso capire se si stia cadendo vittima di una truffa oppure no.

E’ sempre bene informarsi su dove si stiano facendo gli acquisti, dal momento che, talvolta, il sito già di per se non risulta attendibile ed è quindi meglio evitare. Se non ci sono chiari riferimenti è meglio lasciar perdere ed optare per qualcosa di diverso. Molto spesso queste truffe, propongono anche prezzi molto più vantaggiosi per capi simili, proprio per evitare di destare troppi sospetti.

Le somme sono solitamente meno impegnative rispetto ad altre e sfiorano al massimo il centinaio di euro.

In questo modo, prima che coloro che sono stati truffati se ne possano accorgere, i truffatori hanno il tempo di eliminare le tracce. E’ molto difficoltoso accorgersi subito di essere stati truffati perché spesso si deve attendere il tempo della spedizione e si è ignari che essa, probabilmente, non arriverà mai.

Le denunce postali sono di certo diventate molto più selettive e mirate e, talvolta, si riesce anche a risalire a coloro che le hanno messe in atto ma non è sempre semplice.

Soprattutto in casi come quello di Postepay in cui le carte possono essere in qualche modo eliminate e prese sotto falso nome. Risalire agli autori è spesso difficile e bisogna sempre e comunque fare attenzione agli acquisti online e cercare rivenditori fidati con buoni feedback per essere più sicuri.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]