Nico Torrisi, amministratore delegato della Sac (la società che si occupa della gestione dell’aeroporto di Catania), ha raccontato di aver comunicato alle istituzioni che la società è disponibile ad assumere su di sé l’onere delle spese necessarie per i lavori di ampliamento della corsia che congiunge la tangenziale con lo scalo. La questione della viabilità, infatti, è di primaria importanza per tutti i viaggiatori che si dirigono a Fontanarossa, e da più parti vengono auspicati interventi risolutivi addirittura drastici, soprattutto in considerazione delle previsioni relative alla crescita dell’aerostazione etnea in termini di flussi di passeggeri, sia in arrivo che in partenza.

La proposta di Torrisi

Ormai da diverso tempo Torrisi ha fatto sapere quale sarebbe il suo progetto per migliorare la viabilità ed evitare gli ingorghi: si tratterebbe, in particolare, di abbattere alcuni alberi collocati lungo l’arteria fino alla vecchia entrata di Maristaeli. In questo modo sarebbe possibile allargare le corsie, così da impedire la formazione di un imbuto di veicoli ogni volta che si verifica una notevole affluenza di viaggiatori. A risentirne in positivo, al di là delle evidenti implicazioni pratiche, sarebbe anche la reputazione dello scalo, così come l’immagine della città nel suo complesso. L’ad di Sac parla di un ripensamento della viabilità di tutta la zona, perché l’obiettivo è quello di aumentare i flussi di passeggeri: il che potrebbe portare a una paralisi a fronte di una viabilità come quella odierna a dir poco obsoleta.

Che cosa chiede Sac

La richiesta di Sac inoltrata al Comune è quella di snellire, e quindi di velocizzare, le pratiche burocratiche. La società ha manifestato la propria disponibilità ad anticipare i fondi necessari per avviare i lavori, ma è chiaro che nessun intervento può cominciare in assenza di un’autorizzazione proveniente dall’ente a cui fa capo la proprietà dell’arteria. Un discorso a parte, poi, va fatto per ciò che concerne la viabilità interna, perché – secondo Torrisi – è soprattutto la mancanza di senso civico da parte degli automobilisti a provocare la confusione che si palesa all’ingresso dello scalo. Per questo motivo è stato chiesto ai vigili urbani di aumentare le pattuglie all’interno dell’aeroporto, almeno in occasione dei periodi in cui si registrano i flussi più intensi.

I parcheggi all’aeroporto di Catania

Nel frattempo l’aeroporto sta per inaugurare due parcheggi di servizio di grandi dimensioni destinati ad accogliere le vetture degli utenti: il primo sarà multipiano ed è collocato proprio di fronte al terminal A, mentre il secondo si trova all’interno dell’ex campo comunale Fontanarossa. Entrambe le opere vengono considerate di fondamentale importanza per assecondare le necessità dei passeggeri. Secondo le previsioni, e a meno di inconvenienti, i cantieri stanno procedendo secondo i piani, e quindi i parcheggi potranno essere utilizzati già questa estate. Nel frattempo, chi non trova posti auto a sufficienza all’interno dell’aeroporto di Catania può servirsi di Parkos.it per cercare un parcheggio nei dintorni.

Che cos’è Parkos

Parkos.it è un comparatore di parcheggi che garantisce il prezzo più basso e permette di prenotare online il parcheggio all’aeroporto di Catania. Anche quando il posto è distante qualche centinaia di metri dallo scalo, è possibile usufruire di una navetta gratuita che conduce dal parcheggio direttamente al terminal: così non si è costretti a raggiungerlo a piedi, magari trascinando con sé valigie pesanti e bagagli molto voluminosi. A partire da una tariffa di 3 euro al giorno, Parkos è un prezioso punto di riferimento per tutti coloro che desiderano risparmiare nella spesa per il parcheggio, e mette a disposizione un vasto assortimento di soluzioni per andare incontro a ogni tipo di esigenza.

Tutti i parking sono controllati dallo staff, e in più sul sito vengono riportate le recensioni degli utenti, tutte autentiche: così è facile avere un’idea della qualità garantita e delle soluzioni che meritano maggiore attenzione. Dopo aver scelto il parking, bastano pochi clic per provvedere alla prenotazione del posto auto, che può anche essere rappresentato da un parcheggio coperto. Più si prenota in anticipo e più è probabile beneficiare di prezzi bassi: una volta completata la prenotazione, il prezzo resta bloccato e non può più essere cambiato.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]