Nel mondo di oggi competitivo e spietato, non è solo più necessario proteggere i beni materiali ma anche i beni immateriali. Soprattutto a livello aziendale, in cui è fondamentale mantenere un certo riserbo sui processi, non è più possibile fidarsi esclusivamente della parola data e forse nemmeno di metodi più obsoleti.  Per avere progettazioni segrete che non devono essere diffuse, un’azienda, non deve necessariamente essere un istituto di ricerca. Si pensa spesso che i soli istituti di ricerca siano interessati a tenere un certo riserbo riguardo alle proprie attività e ai propri studi ma, in realtà, non è così.

Un’azienda di ricerca ha di certo più di tutte le altre la necessità di proteggere i propri dati sensibili. Questo problema sorge perché un’azienda di ricerca ha come scopo quello di brevettare ogni nuova formulazione o processo. Venendo meno l’unicità del processo e “rubando” i dati, si rischia di essere battuti sul tempo.

Ogni azienda, però, magari in misura inferiore, ha bisogno di questa protezione dei dati ed è quindi necessario che metta in atto un sistema adatto per questo.

Per evitare delle vere e proprie “concentrazioni di potere” è stato messo in atto un processo che prende il nome di Block Chain.

Cos’è la Block Chain

La block chain è una tipologia specifica di tecnologia associata alle famose criptovalute. La più famosa delle criptovalute e di cui tutti hanno di certo sentito parlare è Bitcoin. Le criptovalute hanno anche utilizzi differenti e uno di questi è la notarizzazione. La notarizzazione non è altro che una sorta di registro condiviso che viene distribuito online e che viene crittografato. La crittografia riguarda il registro nella sua completezza e serve per poter dare una sola e univoca origine al dato che viene in esso registrato.

L’univocità del dato è fondamentale per poter garantire la segretezza.

La block chain è un modo del tutto nuovo di aumentare la riservatezza di tutte le informazioni che stanno all’interno dell’azienda. In questo modo tutto il sistema ne trae vantaggio perché la produttività aumenta. Nono solo la produttività aumenta ma anche e soprattutto la competitività del sistema. Disporre di un sistema di segretezza tale da molta più sicurezza alle aziende che possono concentrare le loro energie per lo sviluppo.

Questo sistema è in grado di rendere tutto più efficiente e pratico e di rendere tutto univoco. Un esempio sono i famigerati, e non molto amati, token dei concerti. Da un po’ di tempo a questa parte in ogni concerto non è più possibile acquistare cibo e bevande se non pre acquistando queste valute specifiche, che non sono altro che dischetti di semplice plastica, che possano essere usati.

Ogni evento ha le sue criptovalute, i suoi token, proprio per preservarne l’esclusività assoluta. In questo modo si è sicuri, sia che non giri troppo denaro, sia che ogni evento sia assolutamente esclusivo. L’esclusività è un pregio importantissimo che deve essere mantenuto per migliorare i propri servizi e la propria produzione. Le aziende, inoltre, in questo modo possono disporre di un database in grado di fornire loro le soluzioni necessarie rispettando il copyright di ognuno.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]