Sono 204 i milioni di euro stanziati per quello che prende il nome di bonus internet per la banda ultralarga, che fa parte del Piano Voucher Famiglie. In questo bonus che ammonta ad un massimo valore di 500 euro, ricadono anche gli acquisti di apparecchiature informatiche. Esso può essere utilizzato come sconto sul dispositivo acquistato e sul servizio di connessione.

Perchè arriva il Piano Voucher Famiglie

Il bonus internet è appositamente pensato per venire incontro a quelle famiglie in difficoltà che hanno la necessità di utilizzare un servizio internet e non ne hanno a disposizione. Questo è diventato un problema ancora più evidente e che ha creato divario sociale, proprio in questo periodo di lockdown imposto dalla pandemia.

Lo smart working e l’utilizzo della connessione anche da parte degli studenti è fondamentale per poter accedere ai corsi e rimanere la passo con lavoro e istruzione. In particolar modo, chi avesse bisogno di un pc per lavorare in smart working e avesse anche la necessità di collegarsi per una lezione del figlio, si troverebbe in grande difficoltà.

Questo provvedimento è stato dunque assolutamente necessario, per poter colmare il divario sociale e dare un concreto aiuto in questo momento difficile. Anche e soprattutto a fronte del fatto che la pandemia non è ancora terminata e il lavoro o scuola digitali saranno il futuro e al momento sono anche il presente.

Chi può richiedere il Bonus Internet

Questo bonus di 500 euro sarà riservato a tutte quelle famiglie che hanno un Isee inferiore a 20 mila euro e solamente per l’attivazione di un abbonamento per la connessione alla banda ultralarga. Questo aiuto è infatti mirato ad incentivare l’utilizzo di internet per il lavoro e la didattica, strumenti necessari soprattutto in questo momento.

Questo sconto verrà attivato dagli operatori telefonici e per essere utilizzato deve riguardare un abbonamento di almeno un anno. Il decreto inoltre sottolinea che per poter utilizzare lo sconto, sarà necessario scegliere la migliore connessione che si ha a disposizione nella propria zona. Sarà inoltre necessario sottoscrivere un contratto nel cui pacchetto sia compreso anche il modem e il dispositivo informatico.

Per poter ricevere il bonus, sarà poi necessario sottoscrivere un’autocertificazione in grado di confermare le effettive condizioni di reddito, corredate dal documento di identità. Questi dati dovranno poi essere trasmessi insieme al verbale che attesti la consegna del materiale controfirmato dal cliente, al portale Infratel. Quest’ultimo è controllato dal Ministero dello Sviluppo Economico, che provvederà ad emettere il rimborso.

Nonostante questa sia una misura che può avere molti riscontri positivi, i detrattori mettono in luce qualche effettiva carenza. Il bonus può essere richiesto fino al 1° ottobre del 2021. E’ inoltre difficile che i bonus possano bastare per tutti e l’ordine in cui verranno emessi è un ordine cronologico.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]