A distanza di mesi dal documentario shock sulla vita di Britney Spears e sul controllo totale che il padre ha su di lei, è proprio la popstar che per la prima volta rompe il silenzio. E’ stata infatti la stessa Britney a decidere di spiegare come stanno realmente le cose e di quanto lei sia in realtà infelice e voglia riprendere il controllo della sua vita. Controllo che le è stato tolto ben tredici anni fa. A sostenere Britney Spears in questo calvario ci sono i moltissimi fan e tutti coloro che la amano e che hanno fondato il movimento #freebritney.

La verità di Britney

Dopo tredici anni di silenzio riguardo a questo, finalmente Britney Spears ha trovato il coraggio di parlare davanti al giudice di quello che davvero è la sua vita. Britney si scaglia apertamente contro il padre Jamie, che da ben tredici anni la tiene soggiogata facendole fare tutto quello che vuole lui. Questo da quando Britney ha avuto il crollo emotivo nel 2007 e dunque è stata ritenuta incapace di badare a se stessa.

In seguito al crollo psicologico era stata seguita da uno psichiatra che l’aveva definita incapace di badare a se stessa. Per questo motivo era stata assegnata al padre che diventava il suo tutore in tutto e per tutto. Ad oggi però, Britney rivela di essere stata sfruttata al massimo e costretta a lavorare 7 giorni 7 e di essere stata privata di tutto. Anche alcuni psicoterapeuti che l’hanno seguita, hanno infatti peggiorato la situazione soggiogandola e obbligandola a fare ciò che il padre voleva.

Il particolare sui figli

Dalla deposizione scioccante fatta dalla Spears, emergono particolari ancora più tristi e inquietanti. Britney ha infatti dichiarato di aver espresso più volte il desiderio di diventare mamma e di sposarsi, ma di non essere stata mai esaudita. La Spears afferma infatti di avere una spirale, che i suoi tutori le hanno impedito di togliere per avere altri figli. Così come le è stato impedito di sposarsi. Particolari davvero agghiaccianti che rivelano un’esistenza davvero piena di sofferenza e depressione, celata per anni dalla paura.

Paura che ora Britney ha trovato il coraggio di abbandonare denunciando tutto questo e chiedendo di avere nuovamente il pieno possesso della sua vita. Una vita che in parte le è stata tolta e che, alla soglia dei 40 anni, la Spears vorrebbe indietro. Una testimonianza piena di dolore che il giudice ha accolto con grandi lodi al coraggio di questa giovane donna che per così tanto tempo ha vissuto in questo incubo. Incubo non ancora finito, ma di cui lei ha gettato senza dubbio le basi per poterne uscire. Basi importanti per potersi riappropriare del futuro in modo sereno e davvero felice, non come ora.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]