Il parlamento canadese ha approvato la legge che consente l’uso ricreativo della marijuana. Il Cannabis Act ha superato l’ultimo ostacolo ieri, vincendo con 52 voti a favore e 29 a sfavore. Tale disegno di legge controlla il modo in cui la sostanza viene coltivata, distribuita e venduta. Il Canada è il secondo paese a legalizzare l’uso ricreativo della marijuana, il quale inizierà a partire dal mese di settembre. Nel 1923 l’uso della cannabis era un crimine, ma dal 2001 è diventato legale per uso medico. Tuttavia, alcuni gruppi di politici conservatori hanno contestato questa legge. Il ministro Justin Trudeau ha invece scritto su Twitter “Finora è stato troppo facile per i nostri figli ottenere la marijuana e per i criminali ottenere dei profitti”.

In che modo la marijuana sarà legale in Canada?

Entro la metà di settembre i canadesi potranno acquistare la cannabis e l’olio di cannabis coltivati da produttori autorizzati nei vari punti vendita. In alternativa potranno ordinare la marijuana online da produttori che hanno la licenza federale per far crescere le piante. Le persone adulte potranno possedere nei luoghi pubblici un massimo 30 grammi di cannabis essiccata. I cibi commestibili o gli infusi con la marijuana non saranno immediatamente disponibili per l’acquisto, ma lo saranno l’anno prossimo. Questo ritardo ha lo scopo di dare al governo il tempo necessario per stabilire delle norme specifiche per questo tipo di prodotti. L’età minima per acquistare e consumare la cannabis è stata fissata a livello federale a 18 anni, ma alcune province la hanno impostata a 19 anni. Le varie province del paese devono controllare in che modo la marijuana viene venduta, stabilirne il limiti del suo uso e dove può essere fumata.

Cosa rimarrà illegale?

Sarà illegale possedere più di 30 grammi di cannabis, far crescere più di 4 piante e di acquistarla da un rivenditore senza licenza. Le sanzioni per chi trasgredisce la legge saranno severe. Inoltre chi verrà sorpreso a vendere la marijuana ad un minore, sarà incarcerato per ben 14 anni. Alcuni critici hanno dichiarato queste pene ritenendole troppo dure e non proporzionali a leggi simili come quelle sul consumo di alcolici. Le province del Canada imporranno inoltre delle restrizioni alle promozioni rivolte ai giovani in merito al consumo di cannabis.

Qualcuno ha contestato la legge?

Il leader del partito conservatore, Andrew Scheer, ha dichiarato di temere che la normalizzazione della cannabis possa aumentarne il consumo e l’accessibilità. Leo Housakos, senatore conservatore del Quebec, ha twittato “La legge sarà catastrofica per le prossime generazioni canadesi”. Un’altra cosa che preoccupa molti è l’età minima del consumo della marijuana che è a 18 anni piuttosto che a 25. Gli oppositori mettono in discussione anche il potenziale impatto della legalizzazione della cannabis sulla salute pubblica.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]