Capodimonte è un comune italiano in provincia di Viterbo, situato sul promontorio del lago di Bolsena, e si presenta come un antico borgo arroccato. Ma cosa c’è da vedere? Come raggiungerlo?

Cosa vedere a Capodimonte

Gli insediamenti presso questo comune, secondo gli archeologi, possono risalire fin dall’Età del Bronzo, ed esso fu anche un centro etrusco, romano e vescovile. Tra i diversi siti da vedere si può includere sicuramente la Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo, situata in piazza della Rocca, e la sua edificazioni si può far risalire al 749 circa quando, dopo la distruzione di Bisenza da parte dei Longobardi, i cittadini sopravvissuti si agglomerarono nella zona di Capodimonte. Un’altra chiesa da vedere, è sicuramente quella di San Carlo, situata sempre nel centro storico del borgo.

Non si può non citare anche la “Rocca” Farnese, monumento del Cinquecento, dalla pianta ottogonale, fatta costruire proprio dall’omonima famiglia. Questo palazzo-fortezza, infatti, venne fatto costruire dal duca Pier Luigi Farnese nel 1365, ma gli abbellimenti furono terminati solo a metà del XVI secolo. Vi è poi il Museo della Navigazione nelle Acque interne.

Di questo comune fa, poi, parte l’isola Bisentina, presso la quale si possono fare delle escursioni e la si può raggiungere con un servizio di motoscafi, visto che il porto è attrezzato sia di esse che di barche a vela.

Come raggiungerlo e dove dormire

Per raggiungere questo comune, si può percorrere l’Autostrada A1, con l’auto oppure prendere un autobus della linea Cotral da Viterbo. Chi vuole pernottare presso questo comune, può scegliere tra:

  • l’Agriturismo Olmo Bello, che offre anche una piscina stagionale, è vicino al lago;
  • il Lako Hostel, con tanto di sala comune e giardino, è vicino anche alle Terme di Bagnaccio;
  • il Re Dolce Dormire, che dispone di due camere matrimoniali ed è molto apprezzato dalle coppie.
Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]