Il comune di Marsala ha pagato il resto delle tasse dovute all’istituzione, relative al periodo di luglio agosto e settembre, alla casa di riposo Giovanni XXIII.

Grazie anche alla somma ricevuta dall’istituzione, i dipendenti della struttura di via Alcide De Gasperi hanno ricevuto ieri un altro salario, che includeva parte del tredicesimo dell’anno 2012. Lo stesso commissario del Commissario Straordinario della lilibetana lo ha comunicato, Ignazio Genna, che ha raggiunto il telefono voleva anche chiarire che questo è il tredicesimo stipendio che i dipendenti della struttura ricevono in 12 mesi. Gli arretrati sono ancora numerosi, ma è intenzione dell’amministratore della casa di riposo di lavorare in modo che anche gli altri mesi non ancora ricevuti possano essere pagati presto.

Lo scorso fine settimana Ignazio Genna ha avuto un incontro con il commissario straordinario Giovanni Bologna. Durante la visita è stata discussa l’imminente liquidazione delle tasse, come è accaduto in seguito, e anche la necessità di realizzare una serie di opere di natura straordinaria per la struttura che attualmente ospita circa 40 anziani e oltre 100 migranti. Per la manutenzione straordinaria dell’edificio, infatti, le opere appartengono al comune. Ci sono alcuni interventi urgenti da eseguire entro l’arrivo dell’inverno (come la sostituzione del guanto del tetto). Per ora, tuttavia, tutto rimane congelato fino alla necessaria approvazione del budget.