Come spiegato nella nostra guida sulla cellulite, ci sono diversi tipi di cellulite, e quella flaccida è di sicuro quella più difficile da affrontare e meno gradevole a vedersi, soprattutto in estate. La cellulite, infatti, progredisce in diversi stadi (i più conosciuti sono 3), e nell’ultimo stadio insorge proprio la flaccidità.

Per molte donne la cellulite flaccida rappresenta un problema insormontabile, ma con le dovute accortezze è possibile affrontarla; in questo articolo andiamo a vedere quali sono i rimedi più utilizzati nel 2018 e come è possibile sconfiggerla. Prima però scopriamo cos’è questo tipo di patologia e da cosa è causata.

Cos’è e da cosa è causata la cellulite flaccida?

Questo tipo di cellulite si presenta soprattutto dopo i cinquant’anni d’età, a soggetti che hanno un tessuto ipotonico, e le zone maggiormente colpite sono le braccia, le gambe, il collo, le palpebre e gli angoli della bocca. In queste parti del corpo la pelle assume una forma a buccia d’arancia decadente, poco elastica e molto malleabile al tatto.

La cellulite flaccida può manifestarsi a causa della mancanza di elasticità dei muscoli, probabilmente dovuta ad una vita sedentaria, all’età, all’alimentazione sbagliata oppure ad un’eccessiva perdita di peso in breve tempo.

I rimedi più efficaci

Per evitare l’insorgere di questo tipo di cellulite è bene non ricorrere a diete dimagranti drastiche, e non esporsi eccessivamente al sole. Si consiglia inoltre di non fumare e di seguire un’alimentazione sana, priva di grassi e ricca di fibre, bevendo molta acqua.

Tra le attività sportive da seguire per contrastare la cellulite flaccida, è bene praticare un’ora di esercizi aerobici, almeno tre volte alla settimana, oppure ricorrere al nuoto, al trekking, o andare in bicicletta per due volte alla settimana. E’ bene eseguire degli esercizi mirati sulle zone che risultano più flaccide. Ad esempio, se è presente sulle braccia, è utile allenarli con dei pesi.

I rimedi naturali

Tra i rimedi naturali per la cellulite flaccida, l’aloe in gel risulta molto utile nel caso in cui si applichi praticando un massaggio alla settimana sulla zona interessata. Tra gli altri ingredienti naturali da usare, è possibile preparare una pasta omogenea con succo di limone e fichi schiacciati, da applicare sulle aree colpite, coprendole da una pellicola trasparente e lasciandolo agire per venti minuti, prima di risciacquare con acqua fredda. Allo stesso modo, si può applicare un mix con l’albume di un uovo e un cucchiaino di miele.

Anche i semi di lino possono essere dei buoni alleati, essendo degli emollienti e dei rinfrescanti, che combattono infiammazioni esterne ed interne. Se ne possono triturare due cucchiai e mescolarli a due gocce di olio essenziale di cipresso, in quattro cucchiai di acqua calda. Questo composto va applicato sulla parte interessata, avvolgendola nella pellicola, e lasciandolo venti minuti, prima di togliere il tutto con l’acqua fredda.

Ovviamente, si può ricorrere anche ad altri trattamenti estetici (come la chirurgia), eseguiti da personale medico, oppure a cosmetici mirati, adatti proprio per la cellulite flaccida.

E’ ovviamente compito del proprio medico curante riuscire a capire la gravità della patologia ed indicare quale può essere la strada migliore da seguire per riuscire a sconfiggerla definitivamente, o almeno in modo parziale. Così facendo, migliorerà sicuramente la qualità della propria vita e l’autostima salirà immediatamente, allontanando la visione negativa del proprio corpo pieno di pelle decadente a buccia d’arancia.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]