La caduta dei capelli da sempre spaventa moltissime persone, uomini e donne. È importante sapere però che tale avvenimento è un normale processo fisiologico e che ogni persona perde normalmente dai 50 ai 100 capelli al giorno, che possono arrivare anche a 200 nei cambi di stagione.

Effettivamente ci sono occasioni in cui è fondamentale consultare il proprio medico o uno specialista – caduta dei capelli precoce, eccessiva perdita di capelli per un tempo prolungato… – ma, nella maggior parte dei casi, questo è un problema che si può gestire facilmente.

In questo articolo si parla di come contrastare la caduta dei capelli con dei rimedi naturali, da un’alimentazione bilanciata fino alle attenzioni necessarie durante il lavaggio.

Le cause della caduta dei capelli

Durante il cambio delle stagioni i capelli sono più stressati, specialmente in autunno quando finisce il loro ciclo di vita e il corpo umano è meno esposto ai raggi solari producendo naturalmente meno vitamina D. Ma a cosa serve la vitamina D?

La vitamina D è essenziale per i capelli e per il cuoio capelluto in quanto svolge delle funzioni mirate per la salute del bulbo pilifero. Tale vitamina ha inoltre un ruolo fondamentale nella fase attiva del ciclo vitale del capello ed è uno dei parametri più monitorati dai dermatologi nello svolgimento di visite tricologiche per ovviare alla caduta dei capelli.

Le cause principali della caduta di capelli, oltre ai cambi di stagione, sono le seguenti:

  • una scorretta alimentazione
  • lo stress
  • il fumo
  • l’anemia
  • alcuni agenti esterni (es. troppa esposizione al sole, la salsedine, il cloro.)
  • la carenza di ferro
  • la carenza di vitamina D
  • l’età
  • alcuni medicinali
  • trattamenti troppo aggressivi (piastra, tiraggio.)
  • rivoluzioni ormonali (es. menopausa)

I rimedi contro la caduta dei capelli

Quando la caduta dei capelli non è permanente, non si tratta di calvizie o di alopecia, e quindi non è necessario l’intervento del medico o di uno specialista, il problema si può facilmente curare attraverso alcune strategie alimentari e comportamentali.

Per prima cosa è necessario attuare un buon piano alimentare che includa eventualmente anche degli integratori di vitamine e sali minerali. È possibile ad esempio sfruttare l’apporto energetico di alimenti come carne, uova, pesce, legumi e verdure, e/o di integratori alimentari di vitamine (in particolare vitamine del gruppo B e vitamine D) e sali minerali.

Si possono inoltre effettuare dei trattamenti specifici mirati alla nutrizione, alla riparazione e al rafforzamento del cuoio capelluto. Sono ad esempio ottimi rimedi naturali le maschere nutrienti a base di avocado e gli impacchi di fieno greco.

Per riattivare la microcircolazione, invece, dei massaggi sul cuoio capelluto esercitando poca pressione in senso circolare.

Evitare di stressare i capelli è infine un must per contrastarne la caduta. Specialmente durante il periodo del cambio di stagione, infatti, è sconsigliato per le persone che perdono molti capelli effettuare trattamenti o utilizzare prodotti particolarmente aggressivi.

Evitare ad esempio per un periodo di tempo il phon a temperature troppo alte, piastre, arricciacapelli e cercare di legare il meno possibile – e il meno stretti possibile – i capelli.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]