Costatare o constatare, in realtà, sono sinonimi ed hanno lo stesso significato. Qui, in questa pagina, si può trovare tale significato ed alcuni esempi nei modi in cui vengono usati questi due termini.

Il significato

Constatare o constatare sono entrambi due termini corretti, anche se il secondo è la forma più diffusa. Secondo il vocabolario della Treccani, constatare deriva dal latino constat, voce del verbo constare, ossia “essere noto”.

In pratica, questi due termini sono sinonimi di accertare, appurare, stabile con certezza in base a prove evidenti. In maniera più generica, significa acquisire la cognizione di un fatto o una realtà.

Frasi con questi due termini

Per chiarire meglio il significato di questi due parole, si possono trovare diverse frasi online, e qui sono riportate citazioni di autori ed altri personaggi famosi:

  • “Ho potuto constatare che la santità non si riconosce dai capelli biondi o bianchi”, frase della religiosa e mistica francese Teresa di Lisieux;
  • “Senza la coscienza riflettente dell’uomo il mondo ha un’enorme assenza di senso, poiché l’uomo, nella nostra esperienza, è l’unico essere che può costatare il senso”, di Carl Gustav Jung;
  • “La nostra più personale esperienza quotidiana ci fa costatare l’esistenza tanto di idee improvvise di cui non conosciamo l’origine quanto di risultati intellettuali la cui elaborazione ci è rimasta oscura”, frase del padre della psicanalisi Sigmund Freud;
  • “Si è sempre constatato che una mente creativa sopravvive a qualunque tipo di educazione”, di Anna Freud, figlia del celebre Sigmund, appena citato;
  • “Basta aprire un manuale di letteratura greca o latina per constatare che le belle epoche letterarie durano un mezzo secolo mentre le letterature dette di decadenza durano seicento anni”, del filoso e scrittore francese Julien Benda;
  • “La conoscenza scientifica non gode di un accesso immediato alla realtà di cui parla, non è come aprire gli occhi e constatare che si è fatto giorno”, di Albert Einstein;
  • “Nel constatare il disordinemorale e concreto, che impera oggi su questo nostro pianeta, vien fatto di pensare che Dio, da qualche tempo in qua, abbia preso la cittadinanza italiana”, frase di Dino Verde;
  • “E’ veramente tragico constatare come gli affamati nel mondo costituiscono un gruppo tanto…nutrito”, frase del cantautore Giorgio Gaber;
  • “Sorridendo cerco di costatare che tutta la visione del mondo basata sul postmodernismo, sull’assenza dei valori certi, è un concetto sbagliato perché non si può vivere se non c’è la distinzione chiara tra bene e male, tra verità e menzogna, tra bello e brutto”, del regista Krzysztof Zanussi;
  • “Come sempre mi sorprese costatare quanto fosse facile andarsene via, e quanto ci si sentisse bene nel farlo”, frase tratta dal libro Nelle terre estreme, di Jon Krakauer;
  • “Una grande virtù è quella di ammettere a se stessi di aver fallito, costatare che i fallimenti sono solo colpa nostra e mai di altri”, dello scrittore Samuele Di Banella.
Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]