Le pelli sensibili risultano, nel caso di couperose, particolarmente irritate al punto tale da creare disagio nel soggetto che accusa questo tipo di problema dermatologico.

Si tratta di dermatite cronica benigna piuttosto comune che colpisce milioni di persone nel mondo, soprattutto donne e interessa soprattutto il volto in soggetti con carnagione chiara.

Vediamo in questa guida quali sono le cause, come prevenire e i rimedi per contrastare la couperose.

Cause della couperose e della rosacea

Responsabili di questi problemi di tipo dermatologico sono gli sbalzi di temperatura, l’azione aggressiva esercitata sulla pelle dagli agenti atmosferici ma, anche, l’uso di prodotti cosmetici non adeguati o di bassa qualità. Anche gli stati emozionali (principalmente negativi), lo stress e la non adeguata alimentazione contribuiscono a peggiorare le condizioni del paziente che riscontra questi sintomi.

Anche gli ormoni sembrano giocare un ruolo in tipo di dermatite cronica benigna che spesso risulta aggravata dall’assunzione di contraccettivi orali.

Couperose e rosacea: sintomi

Precisiamo che queste due malattie possono essere considerate l’una l’evoluzione dell’altra e, infatti, dalla couperose – che si verifica a seguito della dilatazione dei capillari che determina sul viso l’effetto di rossore reticolato – si può passare alla rosacea, che si caratterizza – invece – per la comparsa di piccoli rigonfiamenti rossastri e, talvolta, al loro interno, pieni di pus.

Se la couperose è un inestetismo della pelle (con rossore diffuso e leggero bruciore avvertito, principalmente, su zigomi, naso e mento), la rosacea è un vero e proprio stato infiammatorio che colpisce fronte, naso, guance e mento, diffondendo una sensazione di pizzicore.

Come si può prevenire la rosacea?

Precisato quanto sopra, ricordiamo che la prevenzione di questi problemi è fondamentale ed è affidata ad uno stile di vita sano, un’alimentazione equilibrata, alla detersione quotidiana del viso e, anche, all’uso di prodotti delicati ed adeguati alla nostra pelle.

Chi soffre di questo disturbo deve evitare l’uso di cosmetici in crema, detergere la pelle con prodotti delicati e non schiumogeni, evitare le esposizioni al caldo o al freddo, ricordare di struccarsi completamente prima di andare a dormire per permettere alla pelle di respirare.

Couperose e rosacea: laser terapia e luce pulsata

Qualora il paziente soffra di queste patologie vascolari ed esse richiedano l’intervento medico dello specialista, una soluzione per la cura di couperose e rosacea è rappresentata dalla laser terapia.

Per entrambi i disturbi sopracitati possono essere utilizzate diverse tipologie di laser tra cui il Dye laser 595 nm oppure il 532 mm i.p., entrambi capaci di eliminare i fastidiosi arrossamenti cutanei dovuti alla dilatazione dei capillari che rendono la pelle maggiormente esposta all’invecchiamento precoce.

Il paziente sottoposto a tali terapie potrà risolvere il problema dermatologico in modo definitivo con un numero di sedute – ad intervalli di tempo prestabiliti – che variano da caso a caso.

Questa pratica medica, indolore e veloce, deve essere esercitata sul paziente dallo specialista che – preventivamente – avrà diagnosticato il problema.

Un’alternativa al laser è rappresentata dalla Luce pulsata che – mediamente con 4/5 sedute – permette di ottenere benefici visibili ed importanti.

In ogni caso, è consigliato eliminare alcolici, evitare le esposizioni prolungate al sole o alle basse temperature.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]