Se molti pensavano che finalmente l’emergenza Covid 19 fosse finita e finalmente si potesse stare più tranquilli, molti altri sapevano che non sarebbe stato così. Il lockdown è senza dubbio stato necessario per uscire da uno stato di emergenza altissimo e inizialmente ingestibile, ma non sufficiente per uscire dalla pandemia. Questo anche e soprattutto perchè nel resto del mondo la situazione è ancora molto drammatica e i cosiddetti “contagi di ritorno” fanno nuovamente alzare l’indice e aumentare la paura. Ad oggi si contano circa 200 nuovi casi in Italia con un bilancio di 13 decessi.

La situazione Covid in Italia

La gestione dell’emergenza in Italia ha senza dubbio funzionato, ma purtroppo l’allenamento delle misure, l’apertura delle frontiere e talvolta il pericolo sottovalutato, stanno facendo tornare a crescere i contagi. Oggi sono ben 190 le persone positive al Covid e si contano 13 morti. Le regioni più colpite dalla pandemia sono il Veneto, l’Emilia Romagna e come sempre la Lombardia. Proprio in Lombardia si registrano ben 56 dei 190 casi totali.

Numeri senza dubbio ancora contenuti, che però indicano che il virus è ancora ampiamente in circolo e continua a dar vita a nuovi casi. Si parla talvolta anche di “effetto weekend” per indicare tutte le persone che purtroppo non rispettano le norme di distanziamento sociale e attenzione, soprattutto durante i weekend. Proprio nel fine settimana molte sono le occasioni di assembramento che le persone purtroppo sembrano sottovalutare come possibile pericolo. Senza contare la situazione nel mondo che, purtroppo, è decisamente allarmante.

Il bilancio Coronavirus nel mondo

Se in Italia il contagio torna a salire ma la situazione appare, per ora, sotto controllo, nel resto del mondo la situazione è drammatica. Ad oggi i contagiati totali nel mondo toccano i 14.5 milioni, un numero spaventoso che non accenna a diminuire. Di certo gli Stati Uniti d’america, il Brasile, l’Iran, l’India, tra gli altri, sono paesi molto popolosi che purtroppo raggiungono ogni giorno nuovi picchi di contagio.

la pandemia in questi paesi sembra non arrestarsi mai anche a causa della gestione del lockdown che spesso non c’è proprio. Il problema Coronavirus è stato troppo a lungo sottovalutato e moltissime sono le persone che ne stanno pagando le conseguenze. Il problema, inoltre, riguarda dunque anche gli spostamenti e la creazione di possibili nuovi focolai anche in paesi che stanno con fatica uscendo da questa emergenza Covid. Basti pensare che in Francia sembrano esserci circa 400-500 nuovi possibili focolai di contagio.

L’unica notizia in grado di far intravedere uno spiraglio di speranza è l’Università di Oxford da cui arrivano notizie sul vaccino italobritannico. Secondo le ultime notizie divulgate, sembra che il vaccino, durante il trial, abbia provocato una risposta immunitaria. Di certo non una notizia che da una speranza nell’immediato, am che sicuramente fa ben sperare per arginare questa situazione nel prossimo futuro.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]