Se è vero che in Italia lo sport più seguito per eccellenza è il calcio è altrettanto vero che vengono molto seguiti anche tanti altri sport la cui bandiera viene fieramente portata in alto da atleti strepitosi. Molte volte gli atleti italiani vengono seguiti anche se la loro carriera li porta a gareggiare nella loro disciplina in una squadra lontano dall’Italia. E’ il caso di Danilo Gallinari, bravissimo giocatore italiano di NBA che milita nei Los Angeles Clippers.Gallinari non è solo uno dei migliori giocatori di NBA italiani ma del mondo.

Classe 1988, nato a Sant’Angelo Lodigiano, Gallinari è uno dei migliori cestiti italiani di tutti i tempi, voluto fortemente dalla squadra americana di NBA dei Los Angeles Clippers. Da sempre viene soprannominato il Gallo e il suo ruolo nel gioco è quello di ala. Danilo Gallinari ha partecipato ai campionati europei nel 2011 e nel 2015 portando in alto il nome dell’Italia nel mondo, come del resto ha sempre fatto.

Quello di oggi è un Gallinari che si dichiara davvero soddisfatto e molto in forma. La sua avventura a Los Angeles gli sta dando grandissime soddisfazioni. E’ l’autore di prestazioni davvero formidabili da 19.6 punti , che per lui costituisce anche il record della sua carriera. Senza dimenticare il 46.3% totalizzato nella lunga distanza.

Gallinari si dice molto soddisfatto delle sue prestazioni e dunque della sua forma fisica che mantiene grazie a numerose tipologie diverse di sport. Non ha mai fatto mistero delle sue tante passioni per sport anche molto diversi tra loro che pratica con regolarità per mantenersi in forma e rilassarsi. Tra gli altri, infatti, troviamo anche la meditazione, fondamentale per trovare tutta la concentrazione che ad uno sportivo come lui serve.

Gallinari e la strategia della meditazione

Il giocatore di NBA assicura che per lui la meditazione è una parte fondamentale del suo allenamento. Essa lo aiuta a mantenere l’equilibrio non solo fisico ma anche mentale. Nello sport è importante tenere sempre e comunque i nervi salvi per affrontare al meglio tutte le sfide. Lui stesso ammette di aver sbagliato a non iniziare prima a praticare anche altre tipologie di sport.

Allenare il corpo in toto e la mente è davvero fondamentale per rinforzarsi da ogni punto di vista e di conseguenza adesso sta cercando di recuperare il tempo perduto. Gallinari afferma anche che probabilmente questo non  è solo un problema suo ma più culturale italiano. L’Italia vede quasi come unico sport il calcio e questo è molto limitante per tutti.

Sport ce ne sono moltissimi e bisognerebbe incentivare altre tipologie di sport oltre al calcio per poter permettere ai giovani di scegliere e soprattutto di allenare meglio il proprio corpo. Il corpo deve essere allenato in modo completo e per far questo non serve solo il calcio ma molti altri sport, come l’NBA. Parola di Danilo.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]