In tempi di crisi mondiale dal punto di vista sanitario a causa della pandemia da Coronavirus, l’Italia riesce ad essere davvero un passo avanti per moltissime cose. Molte sono le aziende in crisi che purtroppo hanno dovuto ridurre la produzione o chiudere per l’emergenza. Tuttavia moltissime altre stanno dimostrando la loro abilità riconvertendo interamente la produzione o parte di essa, per metterla al servizio della sanità. L’ultima trovata davvero geniale è stata quella dell’azienda produttrice dell’Amaretto Disaronno, che ha riconvertito la produzione in gel antibatterico per le mani.

La reinvenzione della produzione italiana

Se in molte occasioni gli italiani non vengono particolarmente apprezzati e non mostrano moltissime doti, in molti altri campi le qualità si sprecano davvero. Per quanto riguarda la genialità e l’invenzione, il cervello italiano e le idee, spesso hanno davvero una marcia in più. Ed è proprio in un momento di crisi estrema come questa, che sono davvero uscite le idee migliori.

Idee di certo non solamente frutto dell’ingegno, ma anche della buona volontà delle aziende di mettersi a disposizione della comunità. Se di sicuro da un lato può essere considerato un dovere morale e profondamente umano il fatto di aiutare chi non se lo può permettere, gesti come questi non sono scontati e sono da prendere ad esempio a imperitura memoria.

Molto ha fatto ad esempio Giorgio Armani riconvertendo tutte le sue fabbriche tessili per la produzione di camici per il personale sanitario. Senza parlare di Decatlhon che ha messo a disposizione le sue maschere subacquee, che sono state riconvertite a respiratori. Molti sono gli esempi. L’ultimo in ordine di tempo è quello che arriva da Saronno.

Dall’Amaretto Disaronno al gel per le mani

L’azienda Illva Saronno che produce il famoso Amaretto esportato in tutto il mondo ha deciso come molte altre fabbriche, di riconvertire una parte di produzione a favore della lotta contro il Coronavirus. Questo verrà fatto con la riconversione della produzione di amaretto in gel sanificante per le mani.

L’azienda ha infatti comunicato che dopo alcuni test, partirà la produzione di gel per le mani e che ne verranno prodotte 100 mila bottigliette in formato da 50 ml. Questo per poter contribuire attivamente nella lotta contro la pandemia e dare un grande supporto all’Italia.

E’ direttamente l’amministratore delegato Aldino Marzorati, ha spiegare che la linea di produzione dell’amaretto dell’azienda è assolutamente compatibile con la creazione del gel antibatterico alcolico. Per questo motivo è importante che chi può fare qualcosa la faccia, poichè ogni aiuto può essere di certo determinante in questa situazione così difficile.

Le aziende che stanno facendo tutto questo meritano di certo un grande applauso, così come quelle che non potendo aiutare o fare diversamente, hanno dovuto chiudere. Questa è una situazione di emergenza dove l’unica concorrenza ammessa, è quella per la solidarietà.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]