Oggi per gli USA è una giornata importantissima. Tra poche ore si conoscerà infatti il nome del nuovo Presidente degli Stati Uniti e l’opposizione Biden – Trump si fa sempre più agguerrita. I pronostici sembrano essere a favore del candidato democratico Biden, anche se un colpo di coda finale di Trump potrebbe arrivare a sorpresa. Di fatto anche 4 anni fa ormai sembrava certa l’elezione della candidata democratica Hilary Clinton e invece Donald Trump stupì tutto il mondo, riuscendo a spuntarla. Non solo il mondo è però in attesa di sapere il risultato, ma anche i mercati finanziari.

Scontro Biden-Trump

Se l’attuale Presidente degli Stati Uniti Donald Trump l’aveva spuntata a sorpresa 4 anni fa, quest’anno potrebbe andare diversamente. Il vantaggio di Joe Biden, seppur si è assottigliato nel tempo, sembra comunque poter resistere ad un eventuale colpo di coda dell’elettorato di Donald Trump, anche se non è detta l’ultima parola.

Una grande incognita è anche rappresentata dal voto per posta, che quindi ci metterà più tempo per essere valutato e scrutinato. E’ infatti probabile che il vincitore definitivo non si abbia questa sera, ma domani o addirittura nel giro di qualche giorno. Sempre ammesso che la differenza di punti non sia tale da consentire già la proclamazione di vittoria.

L’attesa dei mercati

Oltre al mondo e soprattutto ai cittadini americani, sono in attesa dell’elezione i mercati di tutto il mondo. Riuscire a capire quale sarà il prossimo Presidente degli Stati uniti, è fondamentale per i vari rapporti internazionali e possibili collaborazioni da instaurare. L’attesa è molto alta, anche se il clima sembra essere per lo più positivo.

Le borse asiatiche sembrano rincuorate dal fatto che possa vincere il democratico Biden e che quindi ci possa essere una svolta positiva per il rapporto tra i due mercati. In particolar modo è il settore manifatturiero che viene sostenuto dagli investitori asiatici che sembrano incoraggiati dalla possibile svolta democratica del paese.

L’indice MSCI ha avuto un rialzo di 1.2 punti percentuali per due sessioni consecutivamente. L’indicatore si trova al di sotto della soglia massima raggiunta a metà ottobre, di un solo punto percentuale. Nello scambio notturno, anche i futures sulle azioni degli Stati Uniti sono aumentati. Anche l’apertura delle borse è al rialzo e si è positivi per le prossime ore.

Nulla è ancora deciso, ma senza dubbio la prospettiva concreta che il democratico Biden possa spuntarla, è senza dubbio una notizia che il mondo dell’economia e dei rapporti internazionali accoglie molto positivamente. Un possibile cambio di rotta e una politica economica più morbida, meno aggressiva e meno rigida, fa ben sperare per il futuro non solo americano, ma di tutto il mondo. Le ore che mancano all’elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti sono molto poche e non resta che attendere.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]