Il tema privacy è senza dubbio uno dei temi centrali che riguardano i device e le informazioni che arrivano da internet e che vengono filtrati dai dispositivi. Molto spesso è successo che molte applicazioni non fossero trasparenti a questo proposito e che dunque non fossero in grado di dare all’utente abbastanza sicurezze sul loro utilizzo. Da questo punto di vista, Apple è sempre stata una delle aziende che ha più protetto la privacy dei propri clienti e ad oggi ha introdotto anche qualche controllo in più. Chi utilizzerà iOS 14 infatti, avrà la sicurezza delle “etichette Apple” che ogni applicazione dovrà utilizzare per garantire la privacy.

Cosa sono le “etichette Apple”

Nonostante sul mercato Apple sia una delle aziende in grado di fornire la maggior garanzia sull’utilizzo dei dati e sulla privacy, è stato fatto un passo ulteriore. La promessa di maggior trasparenza è stata mantenuta grazie all’introduzione delle cosiddette “etichette Apple”. Queste etichette, sono etichette sulla privacy presenti sull’Apple Store. Lo scopo di questo è fornire una maggiore trasparenza sul raccoglimento dei dati che viene fatto quando si utilizza un’applicazione.

Questo sistema funziona con iOS 14, dove ogni applicazione dovrà presentare l’etichetta sull’utilizzo dei dati che andrà a fare. Un traguardo molto importante che Apple aveva già annunciato a giugno, in un incontro in streaming. L’intenzione di tutelare ancora di più gli utenti è per Apple un’esigenza. Inoltre era necessario anche rendere più efficace la comunicazione al trattamento dei dati personali degli utenti.

Gli sviluppatori erano a conoscenza del cambiamento poichè Apple ha dato loro una sorta di ultimatum che chiedeva l’adeguamento entro l’8 dicembre. Chi non fosse riuscito ad adeguarsi in tempo, la pena è la perdita della possibilità di aggiornare le applicazioni. Anche perchè, ad ora, siamo giunti al termine del countdown e le etichette Apple esistono per chi utilizza iOS 14.

Come funzionano

Le etichette sono ben visibili sotto al pulsante che di solito occorre premere per scaricare l’applicazione. Per Apple queste nuove etichette saranno assolutamente necessarie per le applicazioni su tutte le piattaforme di iOS. Questo include anche tvOS, macOS, iPadOS, watchOS. Essere dovranno essere completamente aggiornate e molto precise ogni volta che ci sarà un nuovo aggiornamento da parte dello sviluppatore.

Apple manterrà questa linea anche con piattaforme come Facebook e Whatsapp, che tra l’altro avevano avuto da ridire su questa scelta. Di conseguenza le applicazioni proprietarie dell’azienda con sede in California, condivideranno le stesse informazioni anche sulle pagine dei prodotti presenti sull’App Store. Qualora un’applicazione abbia una pagina prodotto sull’App Store perchè non è possibile la sua rimozione, Apple ha fatto sapere che darà disposizioni sull’etichetta relativa alla privacy sul web. Senza dubbio un buon modo per mette al sicuro i dati dell’utente e rendere la navigazione migliore.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]