Molto spesso, una delle problematiche più percepite, sono le tasse. Le tasse in Italia sono davvero stringenti e soprattutto per chi apre nuove attività non è affatto facile gestire tutto.

Gli aumenti delle tasse sono spesso difficili da gestire e colpiscono duramente le famiglie che già attraversano con difficoltà la crisi. Purtroppo, nonostante in questi anni si sia più volte promesso di abbassarle, non si è mai arrivati ad un dunque.

Generalmente il colpevole si va a cercare nello Stato che è colui che decide l’entità dell’esborso da pagare. In generale, però, si dovrebbe fare un discorso ben più ampio ed articolato che va in profondità del problema.

Il problema tasse è anche e soprattutto ad un altro problema italiano: l’evasione fiscale. L’evasione fiscale è davvero un cancro che affligge il nostro paese e gli impedisce di crescere economicamente. Il fatto che moltissimi negli anni passati e tutt’oggi non paghino la somma corretta allo stato è un problema davvero grosso.

Le tasse sono alte proprio a causa di chi non le paga e non a causa dello stato.

Sicuramente la gestione dello stato non è sempre stata ottimale ma spesso è davvero difficile stanare tutta l’evasione fiscale e recuperare il denaro. Se tutti pagassero le tasse, esse sarebbero di certo molto più basse e la pressione fiscale diminuirebbe.

Questo circolo vizioso andrebbe spezzato ma è davvero molto complicato farlo. Moltissimi conti sono depositati all’estero e quindi lo stato italiano non sa quale sia il reale patrimonio di una persona. Il vero problema è proprio questo.

Se una persona vive in Italia ma i soldi che guadagna li porta all’estero invece di lasciarli su conti italiani, l’Italia viene sfruttata e basta. C’è solo un esborso e un impoverimento da una parte e un arricchimento dall’altra.

Evasione fiscale attuale

E’ stato stimato che, ad oggi, l’evasione ammonta a 80 miliardi l’anno. Questa è una vera e propria emergenza che, se non arginata, continuerà a spremere i cittadini fino all’osso. Tutti i conti in nero e i pagamenti non registrati fanno aumentare la pressione fiscale.

Chi pensa di guadagnarci non mettendo in regola i lavoratori e le attività, sbaglia. Il guadagno, forse, per lui c’è, ma l’Italia sicuramente si impoverisce. Senza contare che i controlli fiscali a tappeto potrebbero pignorare i beni e bloccare i conti degli evasori. L’Agenzia delle Entrate sta facendo un lavoro davvero difficile ma necessario.

L’idea che questo organo non lavori per gli italiani è assolutamente errata. La percezione che il vero nemico sia l’Agenzia delle Entrate è un controsenso assurdo. L’Agenzia delle Entrate cerca di salvaguardare i cittadini cercando di recuperare i capitali sommersi di coloro che si sono arricchiti alle spalle di tutti.

La pressione fiscale e le tasse imposte, inoltre, non dipendono da loro. E’ lo stato che decide quali tasse imporre ai lavoratori e come fare. L’Agenzia dell’Entrate si occupa della riscossione e basta, non ha nessun titolo decisionale.

Sicuramente per molte persone oneste è molto difficile andare avanti con questa pressione fiscale ma il vero nemico è chi evade. In Italia c’è una vera e propria emergenza che si spera possa essere prima o poi arginata.