Moltissime sono state le tensioni di questi ultimi mesi e, in particolar modo di questi ultimi giorni, a causa della crisi di governo.

Il giuramento è arrivato nella giornata di ieri e oggi, 2 giugno 2018, è ufficialmente iniziata la Terza Repubblica.

La Terza Repubblica inizia nella giornata più importante per l’Italia, nel giorno del suo compleanno, nel giorno della sua festa.

Oggi si festeggiano i 72 anni della nostra Repubblica e oggi più che mai è importante che tutto il popolo italiano sia unito nei festeggiamenti.

Le divisioni e i dissapori interni si mettano da parte per uno scopo prioritario, il benessere di tutti i cittadini che passa attraverso questa festa così importante.

La celebrazione della Repubblica

La manifestazione che si sta svolgendo in questo momento a Roma vede i sindaci di tutta la nostra penisola sfilare al cospetto del nostro Presidente Sergio Mattarella, garante della Repubblica.

Gli esponenti del nuovo governo, con il Premier  Conte e gli altri Ministri, assistono a quello che in questo momento è nelle loro mani.

L’Italia nel 1946, dopo una dittatura e due guerre devastanti, è tornata alle urne per decidere di abolire la monarchia e oggi più che mai è nostro dovere ricordarlo.

Il voto dei cittadini è importante, è un diritto inalienabile che il governo e noi tutti dobbiamo difendere sempre e comunque.

E’ importante che nella battaglia tutti siano uniti e che credano davvero che il diritto di voto e la Festa della Repubblica siano le conquiste migliori della nostra storia.

Le frecce tricolore che spiccano nel cielo sopra a Roma ci ricordano che tutti siamo al di sotto di una bandiera che duramente è stata conquistata e che è dovere di tutti difendere.

La corona al Milite Ignoto

Il Presidente Mattarella, come da tradizione, ha deposto una corona di fiore di fronte alla tomba del Milite Ignoto attendendo in religioso silenzio quei pochi secondi di meditazione.

Moltissimi sono i cittadini accorsi per questa importante celebrazione che ha avvolto con un tricolore anche il Colosseo simbolo di Roma, la nostra capitale.

Questo è un giorno di festa molto importante per l’Italia.

Ogni anno festeggiare la Repubblica è doveroso e legittimo ed è importante insegnare a tutti i cittadini quanto valore abbia questa giornata.

Aldilà del credo politico e delle idee è fondamentale che ognuno di noi senta quel senso di appartenenza ad una comunità.

La nostra comunità siamo noi italiani e la nostra patria l’Italia.

Oggi festeggiamo uniti più che mai nel segno del tricolore per un’Italia sempre migliore che dobbiamo sentire sempre nostra nonostante tutto.