In Gran Bretagna, un ragazzo nano è stato cacciato da un corso di cucina per via della sua statura. Pare infatti che il 18enne sia stato etichettato come “un rischio per la salute e la sicurezza” a causa della sua altezza. L’adolescente in questione è Louis Makepeace, ha 18 anni, è alto 1,17 metri ed è stato discriminato a causa della sua statura. Il 16 agosto scorso gli è stato offerto un posto per il corso di Hospitality and Catering, ma ha affermato di essere stato cacciato perché troppo basso per la cucina.

Ragazzo nano rifiutato da un college per la sua statura

Il giovane Louis Makepeace ha sempre avuto il sogno di diventare un cuoco e per questa ragione ha deciso di iscriversi ad un prestigioso corso di cucina di Worcestershire. I sogni del ragazzo sono stati probabilmente infranti in quanto è stato rifiutato dalla scuola dove si tiene il corso di cucina. Le ragioni del rifiuto sono legate né ai voti né al comportamento del 18enne, ma alla sua altezza. Louis Makepeace è affetto da nanismo ed è alto 1,17 metri. Secondo la scuola la sua statura potrebbe essere un rischio per la sicurezza degli altri studenti del college che per sbaglio potrebbero inciampare in lui e farsi male.

La reazione del ragazzo

Louis Makepeace, che era felice di iscriversi al corso di cucina, si è sentito umiliato dalle ragioni del rifiuto della scuola. Il giovane ha criticato il fatto che la scuola non è pronta ad accogliere un ragazzo come lui. Secondo il 18enne non è giusto, in quanto tutti dovrebbero avere le stesse opportunità. Invece si è visto negato il diritto di studiare e di imparare cioè che ama di più al mondo: cucinare. Louis ha riferito che quando frequentava la scuola, l’altezza non è mai stato un problema per lui. Il rifiuto del college è stata per lui una sconfitta, si è sentito escluso dal mondo e ha perso fiducia in se stesso. Il ragazzo ha infatti ammesso di essere più diffidente con le persone e di avere paura di essere deriso o fissato dagli altri.

La protesta della madre e la risposta della scuola

La madre del giovane si è rivolta alla dirigenza dell’istituto e ha chiesto di riconsiderare la sua decisione. La scuola ha invece risposto dicendo che Louis Makepeace dovrebbe trovare un altro corso di cucina. Ha poi aggiunto che non può lavorare in cucina, in quanto potrebbe essere d’intralcio e minare la sicurezza dei suoi compagni.