Questa è un’estate decisamente diversa dalle altre per la città di Marsala. Molte sono state le nuove iniziative portate avanti dalla città e in particolare, la partecipazione alla rassegna “Oltre il tramonto” ha riscosso un grandissimo successo. Sabato scorso, 24 agosto, si è svolto, sempre all’interno di questa rassegna, il conserto di Giovanni Sollima, figlio del compositore Eliodoro Sollima, di origini marsalesi.

Nuove iniziative nell’estate a Marsala

La rassegna musicale arrivata nella città di Marsala, “Oltre il tramonto”, è il frutto di un’intesa che ha messo d’accordo l’Ente Luglio Musicale Trapanese, il Parco Archeologico e infine Gli Amici della Musica di Palermo. Lo scopo di questa rassegna musicale è quello di unire più realtà nel segno di un rinnovamento che possa segnare un profondo cambiamento e uno stimolo per questa zona.

La voglia di rinnovamento e la necessità di dare nuova linfa vitale per chi abita in queste zone ma anche e soprattutto per i turisti, ha dato vita a questa rassegna che ha raccolto molto successo. Successo di pubblico che ha accolto con entusiasmo sabato scorso l’esibizione di Giovanni Sollima. Sollima ha portato a Marsala il suo laboratorio che tanto ha incantato i presenti

L’evento si è svolto nella splendida cornice del parco Archeologico di Lilibeo, proprio nella Plateia Aelia del parco. Lo spettacolo portato dal compositore, il BaRock Cello, è riuscito a mettere d’accordo davvero tutti. Più che un concerto vero e proprio, è stato un viaggio itinerante all’interno della storia della musica che non ha lasciato indietro nulla.

Sollima ha un repertorio che passa dal Barocco per arrivare addirittura fino ai Nirvana. I suoni che ha fatto emergere dal suo violoncello si sono perfettamente coniugati l’uno con l’altro. Il percorso musicale proposto era perfettamente armonico ed è riuscito ad incantare tutti gli spettatori presenti che hanno mostrato stupore ed entusiasmo.

Le origini di Giovanni Sollima

Giovanni Sollima è figlio di Eliodoro Sollima di origini marsalesi e dunque per lui, suonare a Marsala, ha avuto un’importanza non indifferente. Il musicista ha infatti sottolineato come questi siano i luoghi della sua infanzia e come dunque siano a lui particolarmente cari e come ogni cosa, qui, acquisti un significato differente.

I ricordi sono sempre vividi nella memoria del musicista che ha suonato qui per l’ultima volta qualche anno fa. Sollima sottolinea come la musica sia indissolubilmente legata a questi luoghi e non solo per quanto riguarda lui. E’ anche e soprattutto l’esperienza del padre e alla sua vicenda artistica, che lo legano con affetto a Marsala.

Eliodoro Sollima, infatti, ha avuto l’importante ruolo di Direttore Artistico a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta in città. E’ stato proprio lui a portare artisti di altissimo livello in città e a dare lustro a questi luoghi. Lustro che ancora oggi viene ricordato.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]