Quella di ieri contro la Spagna è stata una partita importantissima per la nazionale di calcio italiana, che così conquista la finale dell’europeo 2020. Finale di cui non si sa ancora la squadra contro cui l’Italia giocherà poiché si deciderà con la semifinale questa sera che vede contrapposte Danimarca e Inghilterra. Senza dubbio i padroni di casa cercheranno di vincere per scontrarsi a Wembley contro gli azzurri di Mancini. Questo per per vincere questo europeo e per giunta in casa loro, anche se qualche nube si addensa all’orizzonte. Purtroppo in tutta questa euforia per gli azzurri e in generale per gli europei, si addensa sempre di più l’ombra del coronavirus e della variante Delta che soprattutto in Gran Bretagna è sempre più diffusa.

La vittoria degli Azzurri

Quella di ieri sera è stata una partita al cardiopalma per gli azzurri di Mancini che a Wembley riescono a vincere dopo una partita tiratissima contro la Spagna. Una partita che fino al sessantesimo non ha visto nessuna delle due squadre prevalere e che sembrava aver visto l’Italia grazie ad un bellissimo goal di Chiesa. Goal che poteva chiudere la partita partita che invece è stata riaperta poco prima dell’ ottantesimo minuto da Morata appena entrato in campo e che quindi ha portato le due squadre ai supplementari ed in seguito ai rigori.

L’Italia è riuscita a spuntarla sulla Spagna e quindi domenica sera giocherà la finale contro la vincente di questa sera tra Inghilterra e Danimarca. Una finale senza dubbio molto importante che si giocherà dello stadio londinese, già ieri praticamente al completo. Ed è proprio questo che più preoccupa tutto il mondo e in particolar modo riguarda l’Italia. Le disposizioni di Boris Johnson dicono di aprire tutto prossimamente e di fatto di imporre ben poche condizioni anche oggi, favorendo un eventuale proliferare della variante Delta, anche durante la finale.

la decisione di Boris Johnson

Se l’Europeo è già slittato di un anno e si gioca inusualmente in questo 2021, si pensava di poter essere al sicuro almeno per questo torneo. Tuttavia la problematica che fin dalle prime partite è saltata fuori, è la questione della variante delta del covid-19 che fa ancora molta paura.

Il grande problema, oltre alla variante Delta, che man mano riesce a infettare sempre più persone e a diffondersi e resistere ai vaccini, è il fatto che è particolarmente diffusa nel Regno Unito. Quindi proprio dove si disputano la maggior parte delle partite di questi campionati europei del 2020.

E’ senza dubbio difficile cambiare il luogo di una finale, ma da qualche settimana sia il premier italiano Mario Draghi che anche altri esponenti dei governi europei, hanno chiesto di evitare che si disputasse la finale a Wembley. Questo proprio per la pericolosità della variante Delta e quindi per evitarne una maggiore diffusione nel resto d’Europa.

Boris Johnson, però è andato avanti per la sua strada e non ha voluto saperne  nulla per mantenere gli europei saldi in Inghilterra. Per questo ha deciso di promettere di aprire tutto e quindi di eliminare tutte le restrizioni tra qualche giorno. Proprio per convincere tutti a disputare la partita a Wembley, una partita che senza dubbio si attende con grande interesse. A questo punto però non più solamente per il risultato calcistico, ma anche per il destino di una pandemia mondiale da cui se davvero complicato uscirne.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]