Al giorno d’oggi, per orientarsi, non serve altro che il nostro smartphone che tramite l’applicazione Google Maps ci permette di trovare qualunque cosa vogliamo. Con un semplice click possiamo tranquillamente viaggiare e riuscire ad orientarci in qualunque parte del mondo senza difficoltà. L’applicazione è in continuo aggiornamento e dunque possiamo usufruire delle mappe più aggiornate a disposizione. Inoltre tramite la versione desktop, è anche possibile vedere le strade in tempo reale e spostarsi come se si stesse camminando lungo il loro tragitto. Tutto questo è possibile farlo, ovviamente, facendo riferimento alle cartine attuali. Tuttavia, da adesso, per alcuni utenti sarà possibile muoversi all’interno di una città usufruendo di una mappa per più dettagliata ed affascinante. Grazie al programma Mapire, sarà possibile vedere le città tramite mappe asburgiche.

Le mappe asburgiche di Google Maps

Mapire è un progetto di Croazia, Austria e Ungheria che ha ricostruito le mappe delle città dell’Impero Asburgico. Grazie alle informazioni delle immagini militari dei periodi compresi tra il 1764-1784 e 1806-1869 e le moderne mappe di Google è stato possibile creare meravigliose mappe aggiornate ma con la grafica dell’800.

Questo progetto ha creato mappe interattive davvero meravigliose in grado di unire antico e moderno proiettandoci nelle città dell’epoca pur usufruendo di tutte le informazioni che abbiamo a disposizione adesso. Grazie a questo studio è possibile usufruire di mappe che ci indicano come il tessuto urbano sia cambiato nel tempo e di come sia affascinante poter osservare i cambiamenti con i propri occhi in tempo reale.

Anche città come Parigi o Londra possono essere osservate tramite queste speciali mappe. Sono esclusi da questo progetto paesi come Portogallo, Irlanda o Spagna, proprio perché non alla portata delle conquiste dell’Impero Asburgico e quindi carenti di informazioni. La ricostruzione avvenuta dalle cartine militari è stata davvero impegnativa e particolareggiata. Basarsi su antiche informazioni e disegni di circa 200 anni fa e ricostruire la mappa delle città moderne non è stato affatto facile. E’ stata necessaria una stretta collaborazione tra tutti i paesi che hanno messo a disposizione il loro prezioso archivio in nome di questo progetto.

Certamente chi ha necessità di viaggiare utilizzerà come al solito Google Maps e le informazioni aggiornate, ma aver la possibilità di osservare da vicino i cambiamenti delle proprie città con uno sguardo al passato è davvero affascinante. Anche la grafica, fedele a quella dell’epoca, è un motivo di fascino in più che rende Mapire un progetto ancora più ambizioso e prezioso.

Mapire è di certo la prova che modernità e antichità non sono in antitesi, anzi. La modernità e la tecnologia di oggi possono permetterci di andare ad indagare il passato ancora meglio e di avere uno sguardo più completo e forse anche migliore.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]