Nella giornata di ieri 1° luglio 2021 la Principessa del Galles Lady Diana Spencer, avrebbe compiuto 60 anni. La principessa, vittima di un incidente nel 1997 a soli 37 anni, non è mai stata dimenticata dal suo popolo che ancora oggi la ama e ne ammira la forza e la dolcezza. Proprio Diana è stata colei che ha riunito i dei fratelli William ed Harry, per l’inaugurazione di una statua in memoria della defunta e amatissima mamma.

William ed Harry riuniti

La vera magia che sembra essere stata in grado di fare la Principessa Diana, è riunire i due fratelli in questo momento così triste e di conflitto. William ed Harry non si erano più visti dopo il funerale del nonno, il Principe Filippo di Edimburgo, avvenuto ad aprile. Funerale i cui retroscena sembrano essere stati davvero terribili tra i due.
La rottura con la casa reale che Harry e Meghan stanno portando avanti è molto difficile da sanare e ormai non viene più nascosta questa difficoltà. Non si ha idea di come le cose stiano realmente, ciò che è certo è che dopo l’intervista ad Oprah Winfrey di Harry e Meghan e le accuse di razzismo nei confronti della casa reale, era difficile trovare un punto d’incontro.

La giornata di ieri però, è stata l’occasione per rivedersi e soprattutto per celebrare una mamma amatissima che loro hanno violentemente perso da bambini e che tutto il mondo ama, l’Inghilterra per prima. Lady Diana è un simbolo per moltissimi e per questo il suo sessantesimo compleanno, è stata l’occasione per i principi di presentare l’opera a lei dedicata ad imperitura memoria.

La statua per Lady Diana

La statua che i principi William ed Harry hanno mostrato al pubblico, era stata commissionata da loro nel 2017 e ne era stata affidata la gestione ad un comitato di cui fa parte anche la sorella Sarah, madrina del principino George.

Lo scultore è Ian Rank-Broadley, molto famoso in Gran Bretagna, già autore dal 1998 dell’effigie della Regina Elisabetta presente su tutte le monete del Regno Unito e del Commonwealth. Con lui ha collaborato il designer di giardini Pip Morrison, che ha fatto di questa statua il punto principale di Sunken Garden, all’interno dei giardini di Kensington Pace.

I principi hanno spiegato che il loro intento era quello di far erigere un monumento in onore della mamma “per far riflettere i visitatori sulla vita e sull’eredità” della principessa del Galles. Questo proprio all’interno dei suoi giardini preferiti. Un modo come un altro per sentire la sua presenza sempre accanto.
Alla cerimonia, già ridimensionata per il covid, non hanno partecipato ne Meghan ne Kate e nemmeno la Regina e il Principe Carlo. Erano presenti solamente i principi e i fratelli di Diana.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]