Mai come prima d’ora l’industria dell’eros aveva visto un così ampio successo come quello visto grazie al web. Stime recenti parlano di quasi 30 milioni di siti porno, visitati regolarmente da più di 290-300 milioni di utenti: di questi la stragrande maggioranza sono uomini, ma anche le donne sono in costante aumento.

Ma come si finanzia questo business, visto che i siti sono per lo più gratuiti e nessuno paga per queste visioni? Si autofinanzia con un vorticoso mercato di pubblicità specializzata, utilizzando banner che geolocalizzano, con un forte impatto visivo, andando a ‘colpire’ le fantasie più profonde, e i desideri di uomini e donne.

Poi, ci sono anche svariati siti a pagamento, con abbonamenti mensili da circa 10-30 dollari mensili, ma sono riservati in particolare a visitatori di livello medio-alto che preferiscono stipulare un abbonamento per non lasciare tracce sul pc e per non rischiare di essere attaccati da virus.

Utilizzo dei sex toys e e-commerce

Per quanto riguarda i sex toys, sempre più persone ne fa uso nella vita di tutti i giorni. Sono considerati sex toys tutti i giocattoli sessuali destinati ad aumentare il piacere erotico e a favorire una sessualità più libera e gioiosa (dildo, vibratori, massaggiatori…). Vengono considerati oggetti ad intrattenimento sessuale anche quelli destinati alle pratiche fetish e bondage, e anche i prodotti per il relax e la cura del corpo (come gel, oli e candele per i massaggi).

Una cosa che aiuta e stimola all’acquisto, potrebbe essere anche il fatto che numerose celebrità hanno dichiarato pubblicamente di farne largo uso (Lady Gaga, Beyoncè Demi Moore e tantissime altre star); in Italia la soubrette Valeria Marini, già nota per aver aperto un suo negozio di lingerie sexy, ha aggiunto anche la vendita di sex toys di un noto marchio svedese.

Numerose le possibilità di acquistare molti tipi di giochi erotici, cercandoli soprattutto sul migliore sexy shop online che possa garantire agli acquirenti privacy e anonimato. Questi e-commerce permettono una vasta scelta di ogni tipo di divertimento per uomo, per donna e per coppia, dai comuni sex toys alla lingerie piccante, dai lubrificanti ai profilattici e altri oggetti fantasiosi e divertenti.

Realtà virtuale in ambito porno (porno VR)

Nell’ambito del mercato del porno, un settore in costante aumento e in continuo aggiornamento, è la realtà virtuale in ambito porno (anche nota come porno VR). Circa 4 anni fa PornHub, uno dei più famosi siti porno americani, inseriva nella sua piattaforma, la sezione di ‘video 360’ che consente, oltre al normale utilizzo dei contenuti hot, anche la possibilità di avere un’interazione diretta con i porno attori. Il grande successo del porno VR, per merito di questa iniziativa, è stato davvero importante e si è rivelata un’idea vincente in questo settore così sfruttato e utilizzato.

Questo tipo di opzione della piattaforma virtuale rappresenta un’esperienza reale unica nel suo genere, soprattutto per via della risoluzione altissima; i filmati, infatti, vengono girati in 4K e sono prevalentemente in modalità “premium content”. Questa possibilità all’interno di Porn Hub, dà all’utente la capacità di sperimentare nuove emozioni, di vivere un’esperienza unica e di provare fantasie erotiche mai provate, in un ambiente sicuro e confortevole; per alcuni, infatti, il porno VR è addirittura meglio dell’atto sessuale vero e proprio; per altre persone, magari, un’esperienza violenta.  Quello che accomuna questo tipo di esperienza è, senza ombra di dubbio, l’idea di una vita sessuale libera.

Si può sicuramente affermare che la realtà virtuale pornografica, rispecchia la realtà di oggi e appaga pienamente tutti i desideri dei consumatori. La percentuale più alta di chi visita video hard è sicuramente maschile, ma sono sempre di più anche le donne, e questo sicuramente è dovuto al fatto che si ha la volontà e la curiosità di sperimentare cose nuove con il partner oppure per soddisfare e mettere in atto fantasie non ancora provate. Un dato significativo è che le donne, principalmente, visitano siti a sfondo lesbico. Viene stimato che ogni utente trascorre circa 15-20 minuti al giorno su un sito porno; questo basta a confermare che questo settore abbia tutti i numeri per raggiungere cifre da record.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]