Per eliminare lo stress, la fatica, le idee cupe, i cinesi ci forniscono un suggerimento: respirare! Tuttavia non indicano il classico respiro ma adottano una tecnica chiamata qi gang, nella quale c’è un esercizio che insegna come si respira a “rovescio”. E’ una respirazione addominale invertita che possiede innumerevoli vantaggi. Agisce sui meridiani collegati all’elemento acqua come i reni e la vescica.

I disturbi energetici situati sui meridiani provocano stati di affaticamento, agitazione, disturbi di concentrazione, cali di attenzione e sonno cattivo. Se state praticando una cura disintossicante per liberarvi di tutto ciò che vi appesantisce, anche sul fronte emotivo, provate questa particolare forma di respirazione.

Dovete mettervi seduti con le gambe incrociate, come durante una meditazione, con il capo dritto a voi e il mento leggermente rientrato. Successivamente chiudete gli occhi e incominciate a inspirare contraendo il perineo, il muscolo situato tra ano e genitali, immaginate un flusso che risale da questo punto del vostro corpo fino alla testa. Continuando ad inspirare, contraete gli addominali come se voleste far salire il diaframma sotto le costole. Quando l’aria arriva nei polmoni, gonfiateli e allargate la cassa toracica.

In questo momento il vostro corpo è pieno di aria. Ora potete espirare rilasciando prima il petto, poi l’addome e infine il perineo molto lentamente.

Dovete eseguire questo trattamento ogni sera per qualche minuto, in questo modo vi aiuterà ad allontanare gradatamente le tensioni accumulate e a mantenere le idee chiare per affrontare la prossima giornata.