La Spagna ha disputato una partita davvero avvincente contro l’Iran. I campioni del 2010 non hanno dato il meglio durante il primo tempo. Tuttavia,  dopo l’intervallo, hanno trovato un gol grazie a Costa. Nella prossima partita, per arrivare alla fase di eliminazione diretta, la Spagna dovrà sconfiggere il Marocco.

La Spagna supera gli ostacoli e vince

Durante questi mondiali 2018, la Spagna ha già dovuto superare diversi ostacoli degni di nota. Il licenziamento dell’allenatore Julen Lopetegui prima del torneo ed il pareggio nella partita di apertura con il Portogallo. Poi è arrivato il secondo match con l’Iran. Solitamente la Spagna è abituata a dominare il possesso palla e ad assorbire le pressioni, il 4-5-1 dell’Iran le ha dato filo da torcere per tutto il primo tempo. Solo dopo l’intervallo, la squadra spagnola ha iniziato a trovare le prime falle nella difesa degli iraniani. Ramin Rezaeian ha sbagliato un tiro, Costa ne ha approfittato e ha segnato un gol. E’ stata la nona rete per il calciatore durante questa Coppa del Mondo. La Spagna è riuscita a superare gli ostacoli, a vincere e ad essere in cima alla classifica del gruppo B.

Le occasioni perse dell’Iran

Al termine della partita, la maggior parte dei giocatori dell’Iran sono crollati sul campo. Ciò non sorprende visto che hanno dato del filo da torcere a una delle squadre più forti di questo mondiale. Questa è stata la prima sconfitta, ma nonostante ciò l’Iran ha dimostrato di avere un’ottima difesa ed un ottimo contrattacco. Il tiro al volo di Ansarifard ha lasciato David De Gea immobile ma sfortunatamente non è riuscito a segnare il gol. Teremi è stato protagonista di due strabilianti colpi di testa che tuttavia non sono entrati nella rete. Ezatolahi ha segnato un gol ma è stato segnato come fuorigioco. Dopo la sconfitta contro la Spagna, l’Iran dovrà vincere per forza la prossima partita per entrare nella fase di eliminazione diretta.

Le dichiarazioni degli allenatori dopo la partita

L’allenatore dell’Iran Carlos Queiroz ha dichiarato “Abbiamo dimostrato di essere pronti a soffrire e a gareggiare. Non c’è dubbio che la Spagna giochi un calcio meraviglioso ed elegante, ma noi meritavamo di più per come abbiamo giocato. Impareremo molto da questa partita, tutto è ancora aperto”. Il tecnico della Spagna Fernando Hierro in un’intervista ha riferito “Quello che posso dire è che abbiamo altri tre punti. Sapevamo che sarebbe stato molto difficile, è stata una partita molto complessa. Durante la pausa abbiamo messo su un piano che poi abbiamo portato a termine. I miei giocatori ce l’hanno messa tutta”.