In Kenya, la maggior parte delle adolescenti non hanno le possibilità di comprare gli assorbenti ed altri prodotti per l’igiene intima. Non possono perché sono troppo povere, perché non sono disponibili nei villaggi o perché non ci sono mezzi di trasporto per farli arrivare. Proprio per questo motivo, tali giovani donne sono costrette ad avere rapporti intimi con altri uomini e quindi a prostituirsi in cambio proprio di questi prodotti. Scopriamo i dettagli di questa notizia e leggiamo la testimonianza di una giovane donna che si è prostituita in cambio degli assorbenti.

Kenya: adolescenti si prostituiscono per comprare gli assorbenti

In Kenya (Africa) la maggior parte delle giovani donne non hanno abbastanza denaro per comprare gli assorbenti ed altri prodotti inerenti alla gestione del ciclo mestruale. Il direttore dell’Unicef del Kenya, Andrew Trevett, ha riferito ad un noto giornale alcuni dati proprio su questo fatto. Il quotidiano ha dichiarato che un’adolescente su dieci, all’età di soli quindici anni, ha rapporti intimi a pagamento con uomini. L’obiettivo di queste ragazze è quello di comprare assorbenti ed altri prodotti per l’igiene intima. In un paese come il Kenya, il ciclo mestruale è ancora un tabù ma il governo e le organizzazioni umanitarie stanno facendo del loro meglio per combattere tutto ciò. La maggior parte delle adolescenti non riescono ad avere un facile accesso a questo tipo di prodotti. Il ventidue percento delle ragazze che vanno ancora a scuola ha dichiarato di aver comprato assorbenti da posti distanti.

Le dichiarazioni di un’adolescente del Kenya che ha vissuto quest’esperienza

Un’adolescente del Kenya ha raccontato al giornale che nel 2014 ha avuto il suo primo ciclo mestruale durante l’ora di educazione fisica e che non aveva il coraggio di dirlo al suo insegnante. Una sua compagna di scuola le ha consigliato di legarsi una maglia attorno alla vita e di dire all’insegnante che stava male. All’uscita della scuola, la giovane racconta di essere stata avvicinata da un uomo che le ha regalato un pacco di assorbenti. La ragazza ha poi aggiunto che la sua famiglia non le ha mai dato né gli assorbenti né prodotti per l’igiene intima. A questo punto, la compagna di scuola le ha consigliato di avere rapporti intimi con quell’uomo in quanto non le avrebbe mai fatto mancare quel tipo di prodotti. La ragazza ha deciso di accettare il consiglio dell’amica ma da quel momento in poi si è sentita in trappola. Nel 2016, la giovane donna è rimasta incinta e ha partorito nel 2017.