Fermato l’uomo che nel centro storico di Marsala derubava e spaventava le signore anziane. Più di una persona è stata vittima in questi mesi di questo malvivente che operava nel centro storico della città, nelle vie meno battute. La tecnica era sempre la stessa, quella di avvicinarsi di soppiatto alle persone più anziane per derubarle. L’uomo che si è scoperto essere il responsabile è un trentunenne di Marsala.

Arrestato lo scippatore del centro storico di Marsala

Erano ben tre i casi praticamente identici che, negli ultimi mesi, erano stati denunciati a Marsala. A farne le spese tre donne anziane che hanno subito una rapina da parte di un uomo che finalmente è stato identificato. Il responsabile è un marsalese di 31 anni che però non ha solamente commesso questi reati.

Grazie alle indagini che sono state svolte dai militari dell’Arma e grazie anche al coordinamento con la procura della Repubblica di Marsala, si è scoperto che l’uomo è anche responsabile di altri reati. E’ sempre lui, infatti, il responsabile di un furto avvenuto in un esercizio commerciale che si trova in contrada Cardilla.

L’uomo è dunque stato arrestato con l’accusa di furto aggravato dai Carabinieri della Stazione di Marsala. Le indagini stanno proseguendo da mesi proprio per cercare di rendere più sicura la città. Al momento l’uomo è in arresto e di conseguenza è assicurato alla giustizia e non resta che attendere le procedure.

La strategia utilizzata per i furti

Per quanto riguarda il furto ai danni del negozio, in quel caso le modalità erano state differenti rispetto a quelle messe in atto con le anziane donne. In quel caso il ladro si era introdotto all’interno per derubare il negoziante e poi era fuggito. Solo grazie alle ricostruzioni di tutti si è riusciti a capire che si trattava sempre della stessa persona.

Per quanto riguarda i furti in pieno centro città, invece,le modalità erano pressoché le stesse in tutti i casi. Tendenzialmente l’uomo decideva quale fosse la vittima e la seguiva. Il pedinamento proseguiva fino a quando essa non si trovava in una strada meno battuta e più isolata. In quel momento avveniva il furto.

Furto che, però, solitamente non riguardava solo lo scippo della borsa con il denaro, ma anche altro. In alcuni casi l’uomo ha strappato la catenina doro dal collo della vittima colpendola alle spalle. Fatto avvenuto anche in circostanze anche differenti. In un caso, infatti, la vittima era stata addirittura seguita fino nell’androne del palazzo. Al momento dell’apertura delle porte dell’ascensore. il ladro aveva teso la mano e strappato la catenina d’oro all’ignara vittima.

Quello che infatti ha contraddistinto questi colpi è stato proprio “l’effetto sorpresa” con cui il ladro agiva. Non permettendo alla vittima di reagire in alcun modo e spaventandola a morte.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]