I provvedimenti economici del governo, soprattutto dopo la dichiarazione del Premier Giuseppe Conte nella serata di ieri, di certo potranno dare un grandissimo aiuto a tutta l’Italia. Questo provvedimento arriva a distanza di circa una settimana dal provvedimento riservato alle famiglie più bisognose dei vari comuni italiani. Per essi verranno infatti erogati dei buoni spesa per far fronte alle necessità primarie. Molte sono infatti le famiglie che hanno difficoltà finanziarie e anche molto importanti e che di conseguenza non riescono nemmeno ad avere il denaro sufficiente per i beni primari come il cibo. Per questo gli aiuti in buoni spesa verranno erogati in tutti i comuni per tutte le persone che necessitano di questo sussidio.  Purtroppo nemmeno la città di Marsala non è affatto estranea a questa necessità. Per questo l’Amministrazione Di Girolamo sta cercando di far fronte a questo disagio con l’aiuto del governo.

La gestione dell’emergenza da parte del governo

La situazione economica, talvolta già non particolarmente florida di alcune famiglie, si è aggravata a causa di questa pandemia prolungata di cui non si conosce ancora il termine. Il governo la scorsa settimana ha emanato un’ordinanza per l’erogazione di sussidi, che dovrà essere gestita dai vari comuni. Questa prevede l’erogazione di buoni spesa per tutti coloro che ne hanno la necessità.

Nel caso di Marsala è il primo cittadino Alberto Di Girolamo ad occuparsi dell’emergenza. In particolare per questa frangia più fragile di popolazione, che ha la necessità di utilizzare questi buoni spesa messi  a disposizione dal governo che verranno assegnati dall’ufficio servizi sociali. Il Comune si è premurato di chiedere a tutti  gli esercizi commerciali che distribuissero alimenti e generi di prima necessità, di far eventualmente presente la loro disponibilità.

Il comune ha infatti chiesto di inviare tramite un’apposita domanda compilabile entro il 8 aprile, la messa a disposizione da parte di tutti coloro che volessero aderire a questa iniziativa. Possono iscriversi tutti coloro che fossero disposti a far utilizzare i buoni spesa presso il loro esercizio ai cittadini più indigenti.

Come funzionano i buoni spesa

Questi buoni spesa verranno utilizzati per l’acquisto di prodotti alimentari di base e non elaborati, ma anche per articoli alla cura della persona e alla salute. Si potranno comprare anche articoli necessari per la casa o per i neonati. Dai buoni spesa saranno esclusi tutti quei prodotti non di prima necessità, come ad esempio i prodotti di bellezza, che quindi costituiscono un materiale superfluo che non può essere acquistato tramite questo sussidio.

Si sottolinea l’obbligo ad utilizzare il buono spesa solamente per generi utili e necessari.  In particolar modo si esplicita di evitare di acquistare alcolici, stoviglie per la casa, arredi o altro. Questo deve essere un sussidio per far sì che le persone che hanno meno possibilità economiche possano comunque avere un aiuto per sostentarsi in questo difficile periodo storico.

Procedure del comune di Marsala per i buoni spesa

Il comune della città di Marsala fa richiesta a tutti coloro che volessero partecipare e permettere di utilizzare i buoni spesa presso il proprio esercizio. Per farlo occorre compilare un apposito modulo da inviare al Comune della città. L’8 aprile è il termine ultimo di scadenza affinché si possa effettivamente verificare quali siano le attività messe a disposizione. Questo al fine di creare un elenco comunale di esercenti pubblico che conterrà tutti i partecipanti. Questo elenco verrà pubblicato sul sito del Comune e attraverso tutti gli altri canali istituzionali di informazione.

Nel momento in cui l’esercente sarà in fase di rendicontazione, esso dovrà presentare una dichiarazione apposita dove attesterà che gli importi incassati sono dovuti alla vendita esclusiva dei generi necessari di prima necessità. Si sottolinea anche che i buoni spesa che verranno erogati sono esclusivamente personali. Essi non potranno essere trasferiti a nessun altro ne essere ceduti a terzi.  Questi ultimi non potranno essere inoltre convertiti in denaro contante dovranno essere utilizzati entro e non oltre il 15 maggio 2020.

Su pagina web istituzionale sono pubblicati gli avvisi con tutte le informazioni tecniche relative con i requisiti di legge. Questo per evitare che si faccia confusione e si incorra in qualche sanzione. I sussidi economici che sono stati stanziati dal governo e che vengono gestiti dalle regioni sono di certo fondamentali. Tuttavia sono sempre davvero importanti anche gli aiuti che provengono dalla solidarietà anche qui a Marsala.

La solidarietà a Marsala

Anche nella città siciliana, come in molte parti d’Italia, la solidarietà la fa davvero da padrone. Gli aiuti provengono infatti sia da semplici cittadini, che da vere e proprie aziende presenti sul territorio. Aiuti che possono essere sia di natura economica per i beni di prima necessità, che per i dispositivi medici.  Questi ultimi davvero fondamentali per adoperarsi in questa emergenza.

È proprio l’Ospedale Paolo Borsellino di Marsala ad essere stato rifornito di 200 mascherine FFP2 grazie a questa grandissima rete di solidarietà che si è formata per far fronte a questa terribile emergenza.

E’ l’assessore Rino Passalacqua a comunicare la donazione di queste mascherine e ad applaudire alla “Marsala Petroli” di Sebastiano Adamo con le figlie Katia e Francesca Adamo e alla ditta “Governale Agri.Com. Service” Petrosino di Governale Saverio & Company. Questi dispositivi di protezione individuale sono stati direttamente consegnati al personale medico; in particolar modo a Gaspare Oddo è Francesca Faragone.

Sono proprio gesti come questi a ridare speranza alle persone, ma anche a far capire quanto la solidarietà sia importantissima in situazioni come queste. In momenti come questi si vede davvero quante persone siano disposte a dare un loro contributo, di qualunque tipo esso sia. La speranza è che questa pandemia possa esaurirsi al più presto per tornare alla vita di tutti i giorni. Tutto questo senza però dimenticare ciò che è stato fine qui. In particolar modo questi grandissimi gesti di solidarietà che il popolo italiano è in grado di fare.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]