Spesso si pensa che sia necessario recarsi in città molto distanti per assaporare davvero la cultura egizia ma in realtà non è così.

La cultura egizia ha da sempre affascinato il mondo occidentale perché molto lontana nel tempo e apparentemente molto distante da noi.

Il mondo Egizio viene visto come un mondo esoterico, un mondo nascosto, un mondo difficile da capire e da comprendere.

 In realtà non è affatto così e per aiutarci capire meglio il mondo Egizio esistono mostre e soprattutto musei dedicate all’arte egizia, anche in Italia.

Il Museo Egizio di Torino

Il museo Egizio sicuramente più grande, famoso e importante al mondo si trova a Il Cairo.

Tuttavia in Italia possediamo il secondo Museo Egizio più grande al mondo ovvero il museo Egizio di Torino.

Il Museo Egizio di Torino è una vera propria perla non solo per la città di Torino ma per L’Italia intera.

LA particolarità è proprio nel fatto che rappresenta un Unicum dopo il museo del Cairo.

 A Torino sono presenti oltre 2500 reperti della storia dell’antichità egizia divisi in base alle varie epoche storiche.

Il museo Egizio di Torino anche grazie alla nuova collaborazione da 3 anni a questa parte con il direttore Christian Greco è migliorato moltissimo.

La sua struttura si sviluppa su quattro livelli in cui viene rappresentata è spiegata l’arte egizia dell’Antico medio e del nuovo Regno.

Il percorso si snoda attraverso tutta la storia egizia a partire dagli albori della civiltà fino alla conquista da parte di Roma.

L’organizzazione del museo

I reperti presenti al Museo Egizio di Torino sono davvero reperti di una fondamentale importanza per la storia egizia e anche per la storia italiana e soprattutto per la città di Torino.

La città di Torino ha acquistato, grazie ai regnanti, le collezioni egizie più prestigiose.

Grazie alle spedizioni fatte in Egitto, inoltre, si è riusciti ad acquisire un grandissimo numero di reperti davvero fondamentali per questo museo.

A Torino è presente la tomba scoperta da Ernesto Schiaparelli in particolar modo di Kha e della moglie Merit.

 Questa è l’unica al mondo a non essere rimasta a Il Cairo e quindi tutti i reperti ritrovati all’interno della tomba sono rimasti esattamente dove li potete trovare oggi.

Questo reperto è di una importanza fondamentale e il suo prestigio è enorme.

Poter avere l’intera ricostruzione del corredo funerario della tomba è qualcosa di davvero straordinario.

Molti altri sono i reperti, le mummie, le statue e gli scarabei del cuore che potete trovare al Museo Egizio di Torino in questo percorso così lungo ma così affascinante e così ben illustrato.

Grazie all’audioguida presentata direttamente dal direttore è possibile avere una spiegazione completa.

Sicuramente per tutti coloro che decidono di venire in Italia e di visitare in particolar modo Torino e che sono appassionati di arte egizia il museo Egizio di Torino è una tappa assolutamente imperdibile.

Questo museo è assolutamente unico al mondo e i suoi reperti sono studiati dai più grandi archeologi del mondo da sempre.

Le collaborazioni internazionali del Museo Egizio di Torino non fanno che aumentarne l’importanza del museo stesso.

Continuando gli studi, inoltre, è possibile conoscere sempre qualcosa di nuovo e trovare risposte a domande millenarie.