Sempre di più sono le persone che decidono di dedicarsi al giardinaggio, seppur abitino in appartamento. La voglia di avvicinarsi alla natura da un lato e quella di mangiare qualcosa di produzione propria che possa essere più sano, sta man mano facendo sempre più capolino come idea. La realizzazione è nettamente più facile per chi può usufruire di un piccolo giardino, magari condiviso. Tuttavia non è affatto impossibile creare il proprio piccolo orto anche sul balcone di casa.

Il ritorno alla natura

Quello che certamente ha portato la grande crisi che ha attanagliato la nostra società negli ultimi 10 anni, è un progressivo ritorno ai campi. Sempre più giovani hanno infatti deciso di trasferirsi in campagna e di iniziare una loro attività agricola sia per guadagnare qualcosa che per sussistenza.

La perdita del lavoro, la diminuzione progressiva dei benefici che la città poteva offrire e un nuovo “senso della natura”, hanno portato ad una migrazione al contrario di moltissimi giovani. La campagna è diventata una delle mete più agognate per trascorrere una vita in tranquillità e in contatto con la natura e sempre di più sono coloro che la scelgono.

Non tutti sono in grado di potersi permettere una casa in campagna o magari una villetta con giardino, ma sono sempre di più coloro che non vogliono rinunciare al loro angolo di verde anche in appartamento. Il balcone, per la maggioranza delle persone, si è trasformato in un vero e proprio orto in cui coltivare non solo fiori, ma anche e soprattutto frutta e verdura.

Come creare il proprio orto sul balcone

La prima cosa da fare per iniziare il proprio “orto sul balcone” è cercare l’angolo più adatto per posizionare i vasetti, in modo che possano crescere al meglio. Inizialmente è consigliabile scegliere qualche piantina già avviata, per vedere se effettivamente la posizione permette bene la crescita e se siamo in grado di gestirla.

L’ideale è iniziare magari con del timo, del basilico o con qualche pianta di peperoncino, che non occupano spazio e danno già l’idea di orto. In un secondo momento è possibile proseguire con piante che crescono un pochino di più e quindi si può puntare sui pomodori o magari sulle zucchine. Anche l’insalata è ottima e non occupa troppo spazio.

Man mano che si prende la mano con queste tipologie di piante e si riescono ad avere delle verdure, si può anche osare piantando degli alberi da frutto come avocado o anche qualche agrume. La pianta di limone, in particolare, è un pochino difficoltosa sia da far crescere piantando i semi, che da curare. Bisogna ricordare che gli agrumi hanno bisogno di un loro terreno un po’ più particolare rispetto ad altre piante. Tuttavia, con un po’ di dedizione e pazienza, di certo si riuscirà ad avere il proprio piccolo angolo di verde personalizzato.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]