La scissione messa in atto da Matteo Renzi e che ha portato alla formazione del nuovo partito Italia viva, sembra veramente l’epicentro di un terremoto ben più grande e radicato. Seguendo le orme di Matteo Renzi, infatti, molti altri sembrano meditare l’uscita dal partito politico primario per fondare una nuova corrente. I diretti interessati sarebbero soprattutto Forza Italia e la Lega. Partiti al cui interno sembra esserci la volontà da parte di alcuni, di creare nuovi correnti a sé stante. Questo impensierisce moltissimo i leader dei partiti, che vedrebbero una buona fetta dei loro Deputati e senatori condonare le loro file per una nuova avventura.

Il partito di Matteo Renzi

Da Matteo Renzi ci si aspettava da tempo la fondazione di un nuovo partito e l’uscita dal Partito Democratico da lui stesso fondato. Questo proprio per la personalità spiccata che difficilmente è in grado di sopravvivere senza prevalere sulle altre. Fino ad or,a Renzi, ha collaborato con il Partito Democratico per riuscire  ad arginare la corrente leghista che stava prendendo il sopravvento sul paese. Lui è stato uno dei grandi promotori del patto con il Movimento 5 Stelle. Nonché uno di quelli che più di altri hanno inneggiato all’unità contro l’avversario politico comune.

Era nell’aria già da molto tempo  il fatto che Matteo Renzi avrebbe probabilmente fondato un suo partito per andare a raccogliere tutti quei mezzi consensi che gli sconvolgimenti degli ultimi mesi hanno provocato. L’intenzione di Renzi non è quella di far cadere il governo, ma semplicemente di creare una nuova corrente indipendente. Italia Viva, il nuovo partito, fino ad ora possiede 25 Deputati e 15 senatori ed è in grado di muoversi autonomamente, ma sempre e comunque, almeno, per ora in favore del governo Conte.

Molti sostengono che in questo modo Renzi vuole il potere sia di rimanere al Governo che di controllarlo. In questo modo può decidere con gli altri parlamentari sia di appoggiarlo, sia anche di staccare la spina una volta rafforzato Italia viva. Quello che però più sembra preoccupare gli altri leader come Matteo Salvini, ma soprattutto come Silvio Berlusconi, è la possibilità che questo sia solamente il primo punto di uno scisma molto più eradicato che man mano si sta diffondendo.

I possibili scenari della nuova politica

Quelli a cui si va incontro, sono dei possibili nuovi scenari per la politica in generale. La rivoluzione che si sta avendo negli ultimi tempi non è paragonabile a quella degli ultimi anni e di certo col passare dei mesi le cose cambieranno ancora.  Sembra infatti che anche all’interno di Forza Italia ci sia la volontà di creare una nuova corrente che si scinda dal Partito di origine, così come anche all’interno della Lega.  Al momento nulla sembra definitivamente confermato Ma la direzione presa sembra esattamente questa.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]