Purtroppo un nuovo episodio di vandalismo ha coinvolto una delle mete storico-archeologiche più importanti di tutto il mondo Pompei. Durante una visita infatti ieri una giovane turista inglese è stata denunciata. La denuncia è arrivata per aver sottratto dei pezzi preziosissimi di un mosaico all’interno del sito archeologico di Pompei.

Denunciata turista inglese a Pompei

La turista inglese è stata sorpresa mentre stava sottraendo proprio delle tessere di un mosaico preziosissimo durante la visita all’interno degli Scavi della Domus dell’Ancora. I pavimenti di questa Domus, come molti altri pavimenti, erano ricoperti da questi meravigliosi e preziosissimi mosaici. Mosaici che si sono conservati per migliaia di anni e che sono un bene dell’umanità.
La turista è passata oltre il cordolo protettivo per questi mosaici. In seguito ha sottratto alcune di queste preziosissime tessere staccando decide di tasselli dal pavimento.

Di nascosto ella ha messo queste tessere pavimentali all’interno dello zaino;si è poi diretta a passo veloce verso l’uscita proprio per non essere vista. Fortunatamente i custodi si sono immediatamente accorti di ciò che stava avvenendo. In questo modo sono potuti intervenire tempestivamente avvertendo le forze dell’ordine. Sono intervenuti immediatamente i carabinieri che giunti sul posto hanno bloccato la giovane e hanno controllato all’interno dello zaino. In questo modo hanno accertato che ella aveva effettivamente sottratto delle tessere del mosaico.
Per la turista inglese è comunque arrivata la denuncia in stato di libertà proprio per danneggiamento aggravato.

Il restauro dell’opera

Giá nella giornata di oggi i restauratori si sono messi all’opera per ripristinare la Domus. Stanno lavorando per rimettere al loro posto i tasselli rubati e per fortuna recuperati.

Purtroppo in Italia in generale e in questo sito archeologico in particolare non è la prima volta ad essere vittima di vandalismo. In un’altra occasione è successo che alcuni turisti danneggiassero mosaici importantissimi per noncuranza e forse disinteresse. I provvedimenti nei confronti della giovane verranno poi presi in base alle decisioni del Giudice. Di certo quello che resta è qualcosa di danneggiato e soprattutto qualcosa di inestimabile valore a cui invece non viene dato peso.
La storia e l’archeologia e i reperti, non solo italiani ma di tutto il mondo, sono patrimonio del mondo stesso. Per questo devono essere di certo preservati e quindi è necessario che tutti sappiano quanto sia importante farlo.
Tutte le forze dell’ordine sono intervenute tempestivamente e sono riuscite a recuperare, in questo caso, la refurtiva ma non sempre si è così fortunati.

Alla turista inglese adesso di certo aspetta tutto il processo con questa a cusa di furto aggravato portata avanti sia dagli italiani che dagli enti inglesi. Per fortuna si è già al lavoro per ripristinare la Domus dell’Ancora anche se è probabile che essa debba rimanere in qualche modo chiusa per qualche tempo o con accesso limitato a causa del lavoro importantissimo dei restauratori.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]