Se di moltissimi supereroi invidiamo i poteri pur sapendo che non sono reali, di alcuni pensiamo invece di poter acquisirli in qualche modo. Consideriamo alcuni “superpoteri”  più accessibili di altri pur essendo, di fatto, inesistenti. Uno di questi è la Telecinesi anche chiamata Psicocinesi. I poteri telecinetici sono inesistenti e mai stati provati seppur molti siano convinti della loro esistenza.La Telecinesi fonda il suo principio proprio nella sua desinenza che deriva dal greco e significa “muovere da lontano”. Questo è un fenomeno cosiddetto paranormale secondo cui qualcuno sarebbe in grado di agire manipolando oggetti nell’ambiente attraverso i poteri della mente.

Origine dei poteri telecinetici

I poteri telecinetici consistono nella capacità di manipolare la propria mente attraverso una profonda concentrazione. Questa profonda concentrazione che deve applicata su un oggetto in un ambiente, permette all’oggetto di spostarsi secondo la nostra indicazione. Questa tipologia di potere, in realtà, non è mai stato provato dalla scienza.

Gli esperimenti svolti fino a questo momento sotto un rigido controllo non hanno mai dato nessun risultato. L’esistenza dei poteri telecinetici, dunque, è in realtà pura fantasia. L’idea che qualcuno sia in grado di controllare la mente è di certo molto affascinante, ma altrettanto improbabile.

Il termine “telecinetici” risale al lontano 1890. Ad utilizzarlo per la prima volta fu  Frederic William Henry Myers, ricercatore inglese nonché uno dei membri fondatori della Society for Psychical Research. Anche il termine “telepatia” venne coniato da lui, proprio durante i suoi studi approfonditi sulla mente umana.

La  possibilità di controllare la mente è sempre stato qualcosa di tremendamente affascinante per Myers perché in questo modo la parte più razionale di noi lavorava nella maniera più irrazionale possibile. Il fatto stesso di pensare di poter controllare qualcosa con la mente conferisce poteri immensi. Il fascino di un mondo inaccessibile che improvvisamente diventa a portata “di mente” ha sempre lasciato un margine di discussione pur risultando non veritiero. La telecinesi ha inoltre differenti forme in cui manifestarsi.

Tipologie e significato di telecinesi

Mentre nel caso della telepatia o della chiaroveggenza, che sono comunque fenomeni paranormali che utilizzano la mente, non c’è una dimensione fisica, nella telecinesi essa c’è.

Il fulcro della telecinesi, infatti, è proprio la fisicità degli oggetti che verrebbero spostati con i poteri della mente. Esistono la levitazione, la materializzazione, l’ectoplasma, la psicofonia e molte altre tipologie di telecinesi. Quello che tutte queste differenti tipologie di telecinesi hanno è proprio questo, la medianità fisica.

La scienza che studia questi fenomeni telecinetici paranormali è la parapsicologia. Tuttavia, dal momento che questi fenomeni sono inesistenti poiché mai realmente provati, il termine scienza non è particolarmente esatto da utilizzare. Il mondo è di certo diviso in scettici e non. Se da un lato c’è chi crede che i poteri paranormali esistano, dall’altro c’è chi  si affida esclusivamente alla scienza e alle prove.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]