Ogni anno il numero di persone che sceglie di ricorrere a trattamenti di bellezza è in costante aumento. Uno dei più conosciuti (e in grado di creare una vera e propria moda) è sicuramente quello delle maschere viso: chi le utilizza per idratare la pelle, chi per cancellare i segni del tempo e chi cerca di controllare un’eccessiva produzione di sebo purificandola. Oggi ci occuperemo proprio di quest’ultima tipologia: la maschera purificante per punti neri. Ciò che dobbiamo capire innanzitutto è che il punto nero altro non è che un’impurità della pelle causata da comedoni aperti (situati nei pori piliferi) che, ossidandosi, prendono il caratteristico colore scuro.

 Quali sono le cause che portano questi inestetismi?

Come prima possibile origine dei punti neri troviamo l’eccessiva produzione di ormoni (che aumentando la formazione del sebo favorisce l’ostruzione causata dal punto nero); anche esporsi al sole utilizzando un solare troppo oleoso può esserne la fonte; al principio di questo processo possono avere un ruolo importante il make-up (che è bene togliere prima di dormire), lo stress e l’inquinamento.

Ora che conosciamo maggiormente il nostro nemico vediamo come affrontarlo attraverso una maschera viso:

  • Scegliere una maschera che possegga proprietà esfolianti, e che quindi liberi i comedoni che ostruiscono i pori;
  • Optare per un prodotto che contenga carbone vegetale (che risulta essere un potente antibatterico in grado di eliminare persino le impurità più persistenti);
  • Evitare sempre prodotti troppo aggressivi, al fine di proteggere il normale livello di sebo nella pelle;
  • Prima di iniziare la “terapia”, è consigliabile esporre il viso a vapori caldi, in modo che risulti più facile aprire i pori;
  • Scegliere un prodotto che risulti cremoso prima dell’applicazione, in modo che possa aderire perfettamente al viso e trattenere i punti neri (proprietà peel off);
  • Nel caso in cui abbiate una pelle molto grassa è raccomandabile un detergente che non contenga oli e grassi;
  • Ugualmente se invece la pelle del vostro viso è secca si preferisce un prodotto che contenga glicerina, che quindi ammorbidisca lo strato più esterno dell’epidermide;
  • Un ruolo molto considerevole lo hanno gli ingredienti naturali: è consigliabile infatti optare per una maschera che contenga più elementi di origine vegetale possibile, per evitare che si debba poi far fronte a spiacevoli effetti collaterali dovuti a componenti chimici.

La scelta sul mercato è veramente molto vasta: è possibile trovare prodotti economici e sicuri non soltanto su internet, ma anche nelle profumerie ed erboristerie più note. Ed è per questo che non possiamo che esimerci dall’esclamare: che il trattamento inizi!

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]