Sembra paradossale anche solo a dirlo ma una delle realtà più interessanti degli ultimi tempi è la realtà virtuale.

Sono molti anni che in campo tecnologico si parla di realtà virtuale e nel tempo i progressi fatti sono stati davvero strabilianti. La realtà virtuale è la possibilità di vivere attraverso un sistema 3D una realtà parallela in cui ci si immerge completamente attraverso un visore. Esistono già da molto tempo realtà virtuali che prevedono spazi chiusi in cui è possibile entrare e che riproducono suoni e immagini della realtà in cui ci stiamo immergendo.

Un esempio si trova ad Hollywood, patria del cinema, luogo in cui è possibile fare esperienze di questo tipo. Anche in parchi gioco più piccoli sono nel tempo apparse queste tipologie di attrazioni man mano sempre più sofisticate. in questo caso lo spettatore si trova fisicamente all’interno di una camera in grado di trasportarlo completamente nella realtà virtuale ma in tutti gli altri casi non è possibile.

Nel tempo la realtà virtuale è stata portata avanti come innovazione tecnologica grazie ai visori. I visori sono una sorta di maschere che vengono indossate e che hanno il compito di coprire interamente gli occhi isolando lo sguardo e permettendogli di concentrarsi solo sulle immagini proiettate. I visori, infatti, proiettano immagini in grado di trasportarci completamente all’interno di realtà virtuali in cui ci sembra davvero di partecipare attivamente.

L’evoluzione

Nel tempo, questa tipologia di strumento, è stata sempre più utilizzata soprattutto dal mondo dei videogiochi. La possibilità per il giocatore di immergersi anima e corpo all’interno del suo videogioco preferito ha permesso al visore di diventare un vero e proprio oggetto di culto. Sempre più appassionati infatti acquistano il visore insieme al videogioco per poter partecipare attivamente.

Le tipologie di visore sono man mano aumentate nel tempo e hanno anche affinato la tecnologia diventando sempre migliori e più competitivi. Il nuovo modello è stato presentato proprio in questi giorni a San Francisco ed è un’evoluzione che utilizza anche sensori per l’ambiente. Per funzionare non necessita di un pc ed è stato pensato in associazione con il nuovo capito di videogiochi dedicato alla saga di Star Wars: Vader Immortal: A Star Wars VR Series.

Facebook e la realtà virtuale

Il creatore di Facebook Mark Zuckerberg aveva acquistato l’azienda produttrice di visori Oculus nel 2014 e oggi sta per presentare il nuovo visore.

Il nuovo visore si chiamerà Quest e sarà un visore portatile in grado di essere pratico e versatile. Potrà funzionare senza necessariamente avere un pc e avrà ben due controller che permetteranno di utilizzare entrambe le mani per muoversi e interagire con lo spazio circostante. Zuckerberg assicura che Oculus non avrà solo queste ma molte altre caratteristiche straordinarie.

Il nuovo modello arriverà in primavera e avrà un costo che si aggira intorno ai 400 dollari. La memoria sarà pari a 64 Gb, così da garantire un buon spazio di gioco. I due sensori collegati ai controller avranno la funzione di interagire insieme ai quattro sensori posizionati sull’esterno. In questo modo si potranno avere tutte le informazioni necessarie per potersi muovere completamente nello spazio sia con il corpo che con lo sguardo.

La gestazione di questo prodotto è stata lunga e ci sono voluti quasi tre anni per riuscire ad ottenere questi risultati. Per il suo arrivo bisognerà attendere la primavera ma il creatore di Facebook ha fatto sapere che non ci sarà da pentirsene.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]