Sembra non arrestarsi la linea guida che Salvini insieme al Movimento 5 Stelle ha dato a questo governo.

Nonostante la Corte Europea avesse chiesto al governo italiano di attendere prima di sgomberare il Camping River a Roma; questa mattina le cose sono andate diversamente. Matteo Salvini, infatti, questa mattina ha inviato la polizia e tutti gli organi di vigilanza necessari per lo sgombero di questo campo Rom.

Questo è uno dei problemi che più sta a cuore a Salvini, che ha sempre visto questi campi nomadi come una delle principali problematiche in Italia e in particolar modo della nostra capitale.

Lo sgombero del campo Rom

Questo problema è sempre stato punto fondamentale delle campagne elettorali della lega e quindi Salvini ha sempre sostenuto di voler porre rimedio nel più breve tempo possibile. Già dalle prime luci dell’alba hanno infatti iniziato a lavorare i camion e le ruspe e tutti gli addetti. I lavori sono iniziati all’alba al fine di sgomberare questo campo Rom da tempo insediatosi nell’isola Tiberina nel più breve tempo possibile.

La stessa Virginia Raggi nella giornata di ieri ha sottolineato come l’Europa non potesse interferire con affari che sarebbero esclusivamente interni e di organizzazione. Il governo Salvini da subito ha posto in chiaro la volontà di sgomberare tutti i campi rom e in particolare il campo rom di Roma e non si è fermato nemmeno di fronte alla richiesta di tempo da parte dell’Europa.

L’Europa aveva chiesto tempo al fine di decidere in che modalità eseguire questo sgombero e come gestire chi occupava il sito. Tuttavia sia Salvini che la Raggi hanno scelto la linea dura in forte contrapposizione con il volere europeo.

Insieme agli agenti di polizia e tutti coloro che hanno sgomberato il campo, sono arrivati anche molti veterinari e molti altri agenti di supporto; questo al fine di portare in salvo i molti animali presenti nel campo nomadi. Le ripercussioni di questa scelta non è dato sapere quali potrebbero essere; sicuramente Salvini ha deciso di utilizzare il pugno duro con l’Europa e non attende ulteriori decisioni da parte sua.

L’idea di Salvini è quella di fare in modo che l’Europa prenda subito in carico queste problematiche è che non stia a pensare al da farsi. Dopo questo ennesimo scontro con l’Europa e con le autorità di certo la situazione non è delle più rosee e si attendono notizie direttamente da Bruxelles e dagli altri paesi.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]