Quando si parla di sport si vorrebbe sempre parlare della bravura e dell’agonismo dimostrati nella disciplina ma purtroppo non è così. Lo sport è un mondo vastissimo, molto complesso e che spesso deve trattare anche argomenti molto scomodi che riguardano chi gira attorno a lui. l’ultimo caso in ordine di tempo è lo scandalo che ha coinvolto il presidente della Sampdoria _Massimo Ferrero.

Il Presidente Ferrero è stato accusato di diversi reati. La Figc ha aperto un fascicolo riguardante il presidente della Sampdoria che risulta accusato di emissione di fatture false, appropriazione indebita, truffa e non solo.

Il decreto di sequestro è stato emesso dalla Guardia di Finanza perchè l’indagine nei riguardi di Ferrero arriverebbe direttamente dal Nucleo Speciale di Polizia Valutaria. Ad aggravare la posizione già traballante si aggiungono i reati di autoriciclaggio oltre che di impiego su differenti fronti di immobili di provenienza dubbia e illecita. L’importo della somma relativa al sequestro preventivo ammonterebbe a circa 2.6 milioni di euro.

Questa valutazione è stata fatta dal gip del Tribunale di Roma proprio su richiesta della Procura. Questa somma riguarderebbe la società calcistica della Sampdoria di cui Ferrero è Presidente. Insieme a lui ci sarebbero altri 5 indagati di cui sono state requisite proprio le disponibilità finanziarie. Inoltre è stato requisito un immobile situato a Firenze in Via dei Renai, immobile residenziale.

Alla Sampdoria, in quanto società, è vittima del sequestro di circa 200.000 euro. Questa somma corrisponde al profitto che è giunto dal reato tributario fino a questo momento accertato. di certo questo è un colpo durissimo per la società, sia da un punto di vista finanziario sia da un punto di vista di immagine. Ferrero è un personaggio molto sopra le righe che tutti conoscono e quindi la portata di queste azioni sembra essere ancora più impattante.

Le indagini in casa Sampdoria

La Gdf aveva messo sotto indagine una serie di transazioni finanziarie che risultavano essere anomale della società di Ferrero e del suo gruppo. Queste indagini hanno portato al sequestro dei beni nei confronti della società calcistica e del suo presidente.

Tra le altre movimentazioni finanziarie anomale c’è anche un importo di 1.2 milioni di euro riguardanti la cessione di Pedro Obiang al West Ham dalle casse della società. La natura delle fatture emesse come anche tutto il resto dei conti non risultano essere trasparenti. Alcune transazioni non risultano essere legalmente tracciabili perchè illecite e di conseguenza è stato emesso il maxi sequestro.

Oltre ad essere a rischio la stagione della Sampdoria perchè ora molto vulnerabile da un punto di vista finanziario, anche la carriera di Ferrero è molto compromessa. E’ difficile pensare ad un possibile recupero di immagine e credibilità dopo questi fatti. Per ora non ci sono dichiarazioni se non quelle dei tifosi estremamente delusi.

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]