Ormai manca davvero pochissimo all’inizio della 70 esima edizione del Festival di Sanremo 2020 condotto da Amadeus. Tra le mille polemiche che sono impazzate nei giorni scorsi e che ancora non accennano a diminuire, vengono anche svelate man mano tutte le tecniche di gara di quest’anno. Particolare attenzione viene posta sulle cover, di cui sono stati svelati i duetti e che quest’anno saranno parte integrante della gara.

Le polemiche di Sanremo 2020

Man mano che passano i giorni si conoscono sempre piú dettagli sul prossimo Festival di Sanremo 2020. Questa è la settantesima edizione che vede la musica italiana protagonista nella città dei fiori. Edizione per cui fino ad ora non sono per nulla mancate le polemiche. Le innovazioni e gli ospiti della prossima edizione sono stati offuscati dalle polemiche che hanno avvolto Amadeus. Non sono piaciute alcune sue frasi definite da alcuni “sessiste”su alcune delle ragazze che lo accompagneranno sul palco.

Sono state inoltre attaccate anche le scelte artistiche del popolare conduttore. Scelte che ha voluto sul palco un rapper le cui canzoni sono accusate anch’esse di sessimo e violenza contro le donne. In tutte queste polemiche, però, quello che emerge è fortunatamente anche lo svolgimento e soprattutto la gara canora che come ogni anno vedrà la serata delle cover.

I cambiamenti per la serata delle cover

Rispetto agli altri anni in cui la serata cover era un modo per omaggiare gli artisti che si sono avvicendati sul palco con artisti altrettanto importanti, quest’anno sarà leggermente diverso.

Lo scopo è sempre quello di riproporre canzoni che fanno parte della storia di Sanremo e che tutti conoscono e amano, ma che andranno ad incidere sul punteggio finale della gara. È direttamente l’ufficio stampa della RAI a spiegare l’incisività della serata sul punteggio.

La serata delle cover sarà soggetta a votazione e ci sarà una classifica. Classifica che andrà pesare su quella finale che decreterà il vincitore assoluto.Un sistema diverso rispetto ad altri anni in cui la serata delle cover era più un momento di relax e “pausa” dalla gara vera e propria. Serata che vedeva accostarsi artisti anche molto diversi che reinterpretavano brani della tradizione sanremese.

Mai come quest’anno i protagonisti sono diversi tra loro e la musica so riempie di tantissimi suoni e sfaccettature diverse. Lo scopo è quello di portare sul palco dell’Ariston quanta più attualità possibile, per non dimenticare il passato ma dando uno sguardo al futuro. Se i più giovani conoscono molti dei nomi non noti al grande pubblico, significa che si sta andando verso una direzione precisa. Si vuole rendere il Festival di Sanremo più attuale per svecchiarlo il più possibile e renderlo appetibile ad un pubblico sempre più vasto e che, di solito, non è avvezzo a seguire questo tipo di kermesse

Ti è piaciuto l'articolo?
[Total: 0 Average: 0]